I conti di Putin. Quanto dichiara e quanto possiede davvero lo “Zar” di Russia

di OPEN

Il presidente russo ha dichiarato di guadagnare circa 10mila euro al mese, meno del salario medio di un Ceo. Ma secondo varie inchieste possiederebbe 20 ville, 43 aerei, 15 elicotteri, e porterebbe al polso un orologio da 500mila euro

Lo “Zar” di Russia guadagna meno di 10mila euro al mese. Meno del salario medio di un amministratore delegato russo. Nonostante sia considerato uno degli uomini più ricchi del mondo, Vladimir Putin, il presidente russo, ha dichiarato delle entrate inferiori ai 120mila euro annui. Questa cifra, pubblicata sul sito del Cremlino, includerebbe il suo salario ufficiale, una pensione militare, interessi sui prestiti e profitti degli investimenti.

La filiale russa di Transparency International ha ammesso di non avere prove che questa dichiarazione sia falsa o incompleta. Nel documento, Putin ha dichiarato di possedere un appartamento di 830 metri quadri a San Pietroburgo, con un garage di 193, e di poter usufruire a Mosca di un appartamento di 1.600. Le sue macchine sarebbero due Volga GAZ M21 e un Lada Niva SUV, vetture relativamente poco costose.

I conti di Putin. Quanto dichiara e quanto possiede davvero lo

 Vladimir Putin sulle piste

Le inchieste e le dichiarazioni su «Uno degli uomini più ricchi del mondo»

Queste dichiarazioni sembrano però essere comicamente riduttive. Aleggia un grande mistero intorno al patrimonio di Putin, che il Presidente si rifiuta di rivelare, ma si stima che sia sproporzionato rispetto alle entrate dichiarate. Bill Browder era l’amministratore delegato che si occupava del management finanziario dell’Hermitage. È stato lui ad affermare davanti al Comitato Giudiziario del Senato Americano che Putin è «uno degli uomini più ricchi del mondo».

Nel 2012, Boris Nemtsov e Leonid Martynyuk hanno pubblicato un’inchiesta intitolata La vita di uno schiavo, palazzi, yacht, macchine, aeroplani e altri accessori, che ha messo in luce le dimensioni del patrimonio di Putin. Queste indagini hanno svelato che Putin possiederebbe 20 immobili fra ville e palazzi, 15 elicotteri, 43 aerei (di cui uno contiene delle toilettes che valgono 100mila euro) , due yacht di cui uno a cinque ponti.

I conti di Putin. Quanto dichiara e quanto possiede davvero lo

Nemtsov presenta il nuovo report sulla ricchezza di Putin, il 28 agosto 2012

Il presidente russo è anche noto per la sua collezione di orologi: quelli che indossa di solito sono un Patek Philippe Perpetual alendar, (53mila euro), un A. Lange & Söhne Tourbograph di platino (441mila euro) o un Blancpain Leman Aqua Lung Grande Date, circa 9mila euro. Nemtsov, uno dei due autori dell’inchiesta e strenuo oppositore di Putin, è stato assassinato nel 2015. Sono stati giudicati responsabili un gruppo di ceceni, ma aleggia ancora il mistero su mandante e arma del delitto.

Il Consorzio Internazionale di Giornalisti Investigativi (ICIJ), il giornale russo Novaya Gazeta e il Progetto di investigazione sulla corruzione e il crimine organizzato hanno riportato che una grande parte del patrimonio di Putin (che include importanti porzioni del gigante di stato Gazprom) è ufficialmente intestato a familiari o conoscenti. «Penso che abbia accumulato 200 miliardi di dollari di denaro sporco durante i suoi 17 anni al potere», ha affermato Browder.

Questa misteriosa ricchezza, che il Presidente si ostina a negare, ha origini sconosciute. Putin viene infatti da una famiglia modesta, il che esclude l’ipotesi di un’ingente eredità. Secondo Nemtsov e Martynyuk, il patrimonio sarebbe cresciuto durante gli anni della presidenza in maniera del tutto sproporzionata. «Si prende quello che vuole», è il commento di Karen Dawisha, politologa, «Quando sei il presidente della Russia non hai bisogno di un contratto, ti prendi semplicemente quello che vuoi».

Leggi anche: