La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri

di David Puente

I commenti del responsabile della pagina Facebook INPS per la Famiglia sono veri e pubblicano un post di scuse, ma a creare scompiglio è stata una pagina falsa creata per l’occasione

Molti hanno dubitato sul fatto che il responsabile della pagina Facebook INPS per la Famiglia, ampiamente criticato, abbia realmente «blastato» i cittadini che richiedevano informazioni sul Reddito di cittadinanza. A creare confusione è stata un'altra pagina quasi omonima: INPS per le Famiglie, in plurale.

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 6

A spiegare il tutto è stato il sito Butac.it questa mattina, intercettando i commenti fasulli pubblicandone gli screenshot. In pratica, la pagina falsa rispondeva in quella vera creando enorme confusione tra gli utenti e non solo. Anche gli amministratori della pagina ufficiale si erano resi conto dell'intrusione dovendo poi intervenire per riportare ordine.

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 7

Non ci sono cascati soltanto gli utenti, a pubblicare uno dei commenti falsi è stato anche Il Messaggero  

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 5

C'è da dire che per i responsabili social della pagina ufficiale non c'è pace, come possiamo notare anche su Twitter:

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 9

 

Ecco la pagina reale con i commenti «blastanti»

Ecco alcuni elementi utili per comprendere che si tratta di una pagina ufficiale.

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 1

In primo luogo il badge di verifica grigio «conferma che che questa è la Pagina autentica per questa azienda o organizzazione», dunque la stessa Facebook certifica la veridicità.

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 4

Anche la pagina INPS Giovani, presente nel sito dell'INPS, riporta il badge di verifica grigio:

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 3

Ci sono altri elementi, come la data di creazione della pagina, il 20 gennaio 2014, e il fatto che da allora non c'è stato alcun cambio del nome. Scrollando la galleria fotografica possiamo ben notare tutte le campagne INPS degli ultimi anni. La pagina falsa, invece, era stata creata il 18 aprile 2019:

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 8

Le scuse dalla pagina ufficiale sono arrivate tramite un post pubblicato alle ore 10 del 18 aprile 2019, che riportiamo di seguito:

In linea con quanto previsto dalla netiquette e dalla social media policy della pagina e in considerazione del grande interesse e impatto del #redditodicittadinanza e di altre misure a favore della famiglia, risponderemo solo a commenti inerenti agli aspetti tecnici delle prestazioni erogate da Inps. Cogliamo l’occasione per scusarci con quanti possano essersi sentiti toccati od offesi da alcune nostre risposte.

La pagina Facebook falsa «INPS per le Famiglie», ma i commenti di quella ufficiale sono veri foto 2

 

Troppe domande sul reddito di cittadinanza. E il social media manager dell'Inps