Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa – Video

Circola un video dove Matteo Salvini, contestato, non scende dall’auto scortata dalla polizia per un comizio a Marsala. Secondo alcuni utenti e pagine Facebook il fatto è recente, visto che il Ministro dell’Interno si trova in Sicilia per un tour elettorale, ma il video è del 2015

Il 25 aprile 2019 alle ore 16:07 la pagina Facebook Messaggi Africani in Italia pubblica un video di Matteo Salvini mentre viene contestato a tal punto da non scendere dall’auto scortata dalla polizia. I fatti sarebbero accaduti a Marsala, proprio nella regione Sicilia dove il Ministro dell’Interno sta tenendo diversi comizi elettorali per la Lega, scatenando la condivisione degli utenti – oltre 10 mila condivisioni per il post – contenti per quanto accaduto.C’è un problema: il video è del 2015.

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 3

Trattandosi di riprese fatte di sera tardi, qualcuno potrebbe pensare che i fatti si siano svolti il 24 aprile, ma risulta strano che Matteo Salvini si trovasse quel giorno a Marsala siccome nel calendario dei suoi comizi elettorali doveva essere a Grumello del Monte, in provincia di Bergamo, e solo il 25 aprile sarebbe«sbarcato» in Sicilia per il primo incontro a Monreale, Palermo.

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 4

Il video è iniziato a circolare apartire dal 24 aprile 2019, grazie adalcuni utentiche hanno iniziato a condividere un video Youtubeche è stato poi caricato su pagine come Messaggi Africani in Italia.

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 2

Bastava osservare la data di pubblicazione del video su Youtube per scoprire che si trattava di un evento di quattro anni fa, precisamente il 12 maggio 2015.

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 5

Teoricamente bastava una ricerca su Google per scoprire che Matteo Salvini era stato contestato a Marsala nel 2015, ma al trovare la«conferma dei fatti» grazie al video pubblicato sul Corriere del Mezzogiornoanche altri utenti non si sono resi conto della data di pubblicazione:

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 1

Come è capitato in passato per altri episodi e con altri protagonisti – ricordiamo la vicenda dell’uomo mortoin una roulotte nelle zone terremotate che siti come IlPrimatoNazionale.it e Scenarieconomici.it avevano diffuso – succede che per fare propaganda, volontariamente o meno, vengano utilizzati fatti antecedenti e spacciati come attuali. Questa storia verrebbe etichettata, come tante altre, come«Fake news» e di fatto si tratta di«disinformazione».

Curioso il caso del sitoCustonaciweb.it che condivide il 25 aprile alle 23:40 nella sua pagina Facebook un articolo del 2015 senza prima specificarlo e successivamente, alle 3:10 del 26 aprile, corre ai ripari modificando il post:

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 6

Una modifica è presente anche nello stesso articolo del 2015, come possiamo vedere dal codice HTML:

Salvini contestato e chiuso in auto a Marsala. Fake con un video di 4 anni fa - Video foto 7

Il bacio troll per Salvini. Parla Gaia: «Felice sia virale. La nostra era una protesta»