Professione navigator: 38 mila candidati, 67% sono donne

I posti disponibili in ogni città sono esigui rispetto alla quantità di candidature arrivate negli ultimi giorni. I candidati sono per la maggior parte donne e laureati in Giurisprudenza

Sono oltre 38.000 le candidature arrivate all’Anpal per la selezione dei navigator, le persone che lavoreranno nei centri per l’impiego e che aiuteranno il pubblico che ha ottenuto il reddito di cittadinanza a trovare un’occupazione. I posti disponibili sono tremila. Di quanti hanno presentato domanda, le donne rappresentano il 67%. 

Professione navigator: 38 mila candidati, 67% sono donne foto 1

La domanda per il posto da navigator potrà essere presentata entro l’8 maggio. Per adesso, a guidare la classifica regionale delle candidature ci sono la Campania con 6.114 candidati davanti alla Sicilia (5.808) e al Lazio (4.840). I candidati alla posizione di navigator che si sono iscritti sulla piattaforma realizzata in collaborazione con Inps – fa sapere Anpal servizi – sono per lo più laureati in Giurisprudenza (13.738, cioè il 36%).

Ci sono poi i laureati in Psicologia (7.199), Scienze economico – aziendali con 5.294, Scienze della politica con 3.195 e Scienze dell’economia con 3.007 candidati. Oltre 3.000 candidati hanno una votazione finale di 110/110 mentre oltre 8.500 si sono laureati con 110 e lode.

La situazione attuale

Nella Capitale sono disponibili 195 posti e sono già arrivate 3.803 domande, Napoli, invece, ha 274 posti e 3.364 domande. Se la giocano meglio gli abitanti di Lecco, visto che i posti in palio sono 12 e le domande pervenute 21. Il compenso annuo è di 30.938 euro compresi i rimborsi spese; anche Lodi non è da meno con 12 posti e 28 domande.

E così anche a Biella (6 posti e 21 domande), mentre a Isernia per tre posti ci sono già 89 domande. A Milano a fronte di 76 posti di navigator ci sono 990 domande mentre a Palermo le domande sono 1.818 per 125 posti. A Catanzaro per 30 posti sono arrivate 555 domande.

Leggi anche: