Nina, la prima donna nella cavalleria della regina d’Inghilterra

La Royal Household Cavalry era stata per tutti i suoi 359 anni riservata agli uomini

Ha 29 anni, fino a poco fa faceva la cassiera da Sainsbury, uno dei principali supermercati inglesi e non aveva mai cavalcato in vita sua. A dicembre 2018, Nina Croker è diventata la prima donna a far parte della Royal Household Cavalry, la cavalleria della Regina Elisabetta. 

Questo corpo dell'esercito, iconico per le sue giubbe rosse e gli elmetti col pennacchio, era stato per tutti i suoi 359 anni di esistenza riservato agli uomini. 

Croker è al corrente del fatto che essere la prima donna ad integrare questa divisione ha un forte valore simbolico: «Le ragazze sono tanto capaci quanto gli uomini», ha affermato, in un'intervista al Sunday Times.

A quanto racconta la ragazza, è stata spesso accusata di essere stata ammessa al corpo di cavalleria per una sorta di favoritismo di genere. «Sono cresciuta giocando a calcio, facendo kickboxing, poi ho scoperto il rugby», racconta Croker in un'intervista al Sunday Times: «Non mi hanno presa solo perché sono una ragazza». 

Nina, la prima donna nella cavalleria della regina d'Inghilterra foto 1

Croker si è unita ai Life Guards, uno dei reggimenti più rispettati dell'esercito inglese. Con i Blues e i Royals, formano un corpo di elite che si occupa della sicurezza della famiglia reale. Dopo il suo ingresso, altre due donne si sono unite all'esercito: Liana Nicholas, di Auckland e Lois O'Hara, del Bedfordshire. 

Sabato Nina parteciperà allo spettacolo ippico dei reali Windsor. «Mio nonno faceva parte degli Ingegneri Reali e quella è stata la ragione che mi ha spinta a partecipare. Penserò a lui sabato. Spero di renderlo orgoglioso». 

Leggi anche