La poesia è di chi la usa: a Fiumicino l’idea per coprire le svastiche – Le immagini

Un flash-mob ha invaso la città di manifesti poetici e i cittadini hanno apprezzato il gesto

Pali della luce, segnali stradali, muri, alberi e persino la passerella pedonale sul Tevere. Da qualche giorno Fiumicino è invasa dalla poesia e con uno scopo ben preciso: coprire croci celtiche, svastiche e anche vecchi slogan di Forza Nuova con i versi stampati su dei fogli A4.

Fonte: ANSA | Uno dei manifesti comparsi a Fiumicino

Tra gli artisti citati, William Shakespeare, Sandro Penna, Giacomo Leopardi e Giuseppe Ungaretti.

Fonte: FACEBOOK | Manifesti per coprire croci celtiche e slogan di Forza Nuova

I manifesti sono comparsi nel giorno in cui si festeggiano i 200 anni della poesia L’infinito di Giacomo Leopardi. Rimangono ancora ignoti i gli autori del gesto romantico e politico al tempo stesso. Pare che la cittadinanza abbia apprezzato il flash-mob.

Leggi anche: