Le 5 cose da sapere sull’eruzione dell’Etna: «Due colate di lava e piccole esplosioni»

«Si vedono due colate laviche sui lati del nuovo cratere sud-est e si sentono piccole esplosioni»

L’Etna torna a dare spettacolo. L’eruzione è cominciata ieri 30 maggio: due fratture sub-terminali si sono aperte alla base del cratere sud-est e sul fianco nord-orientale. «Nessun pericolo terremoti, non c’è attività sismica. Si tratta di un’eruzione tranquilla che noi abbiamo definito “turistica” visto che, soprattutto di sera, è davvero spettacolare. Da lontano si vedono due colate laviche sui lati del nuovo cratere di sud-est e si sentono piccole esplosioni, niente di preoccupante», spiega Boris Behncke, vulcanologo dell’Ingv di Catania.

L’aeroporto di Catania resta operativo

L’eruzione dell’Etna – Foto di Boris Behncke

Un’attività che, quella del vulcano, non impatta con l’aeroporto di Catania, spesso costretto a chiudere per una copiosa caduta di cenere vulcanica. «I fenomeni sono tutti confinati nella zona sommitale del vulcano e non costituiscono un pericolo per centri abitati e persone ma bisognerà controllare i flussi di turisti nella zona per la loro sicurezza» ha aggiunto il direttore dell’Ingv di Catania, Eugenio Privitera.

Nessun pericolo terremoti

L’eruzione del 30 maggio – Foto di Boris Behncke

Adesso le due colate di lava, ben alimentate, si stanno muovendo verso la valle del Bove, attirando turisti e curiosi. Potrebbero durare giorni ma anche mesi. «Attenzione alle bufale – continua il vulcanologo Boris Behncke – il fatto che ora ci sia una nuova eruzione non significa che ci saranno di nuovo terremoti come quello di dicembre. Certo, siamo in una zona ad alto rischio sismico ma questo è a prescindere dalle eruzioni».

Le 5 cose da sapere sull’Etna

Vulcanologi dell’Ingv a lavoro – Foto di Boris Behncke

In altre parole: non c’è attività sismica, non c’è pericolo di terremoti imminenti, le colate laviche non minacciano i centri abitati, non si registrano esplosioni (se non di lieve entità) e non è stato chiuso l’aeroporto di Catania.

Leggi anche