De Luca attacca Salvini: «Lui come l’uomo di Neanderthal»

La stilettata ha segnato l’inizio della corsa alla carica di Governatore della Campania

Scatta l’ora X per la corsa alla carica di governatore della Campania: nel 2020 infatti nella Regione si voterà per eleggere il nuovo inquilino – o inquilina – di Palazzo Santa Lucia.

Per questa occasione hanno avuto già inizio le stilettate politiche tra avversari, e Vincenzo De Luca attacca Matteo Salvini. «Si presenta come un primitivo, l’erede della cultura dei Neanderthal, quelli che c’erano prima dell’homo sapiens», ha detto De Luca facendo del sarcasmo.

Proseguendo ha poi ammesso quanto Matteo Salvini sia dotato di «una maledetta capacità politica, quella di egemonizzare il tema della sicurezza, cosa che non ha saputo fare la sinistra». Ma poi ha aggiunto che finora il vice-premier leghista ha fatto «molto poco».

Gli equilibri politici lasciano pensare che il centro-destra proverà, sfruttando l’effetto Lega, a strappare la Regione al centro-sinistra che ha governato praticamente sempre dall’inizio degli anni 2000, fatta eccezione per Stefano Caldoro che ha governato dal 2010 al 2015.

De Luca ha concluso l’intervento ricordando che, a parer suo, l’unica linea per l’autonomia è quella della Regione Campania, ovvero «difesa dell’unità nazionale, della scuola pubblica nazionale, della sanità nazionale».

Leggi anche