Romeo (Lega) sullo Sblocca cantieri: «L’emendamento che non piace al M5S? Resta»

Presente al vertice serale a Palazzo Chigi, il capogruppo del Carroccio spiega perché il partito di Salvini vuole insistere sulla sospensione del codice degli Appalti

Il vertice di maggioranza convocato la sera del 3 giugno dal presidente del Consiglio si era interrotto proprio di fronte all’indisponibilità degli alleati di governo di “ammorbidire” le proprie posizioni sul decreto Sblocca-cantieri. Ora il capogruppo della Lega in Senato, Massimiliano Romeo, dice: «Ci siamo dati 24 ore di tempo per trovare un accordo e domani mattina si tornerà in aula per votare».

Tra le modifiche chieste dal Carroccio al decreto, c’è la sospensione per due anni del codice degli Appalti: «Così restituiremo fiducia alle imprese». Ma questa mattina in radio, il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli aveva definito questa modifica, annunciata pochi giorni fa da Matteo Salvini proprio a Palazzo Madama, solo «un pretesto per fare cadere il governo». Le riunioni di questo pomeriggio, tra Lega e Movimento 5 Stelle, saranno dunque determinanti per il futuro del governo.

Sullo stesso tema: