Elezioni amministrative, affluenza in calo nei 136 Comuni al ballottaggio

Nella maggior parte dei comuni la sfida sarà tra candidati di centrodestra e dem. I Cinque Stelle restano in corsa solo a Campobasso

Saranno aperti fino alle 23 i seggi per i ballottaggi delle elezioni amministrative 2019. Oltre 3,6 milioni di persone sono chiamate al voto per rieleggere i consigli comunali e i sindaci di 136 comuni italiani.

Affluenza in calo alle ore 12

Secondo i primi dati del Viminale, l’affluenza sarebbe in calo: alle 12.00 risulta aver votato il 16,07% degli aventi diritto, contro il 20,99% del primo turno. 

https://twitter.com/you_trend/status/1137662223906680833

Dove si vota

Tra i 136 comuni chiamati al voto, 15 sono capoluoghi di provincia. Sono infatti aperte le urne a Potenza, Avellino, Ferrara, Forlì, Reggio nell’Emilia, Cremona, Ascoli Piceno, Campobasso, Biella, Verbania, Vercelli, Foggia, Livorno, Prato, Rovigo. 

In 10 di queste città la lotta è tra centrodestra e centrosinistra. Il Movimento Cinque Stelle, dopo il crollo registrato alle Europee e al primo turno delle amministrative, resta in corsa solo a Campobasso, contro il centrodestra.

Sfida centrodestra – centrosinistra, M5s in corsa solo a Campobasso

Gli occhi restano anche puntati sulle roccaforti rosse dell’Emilia Romagna, dove la Lega è diventata il primo partito della regione: a  Forlì, Ferrara e Reggio nell’Emilia si sfidano infatti le coalizioni di centrodestra a trazione Lega e i candidati del centrosinistra, a trazione Pd.

In Piemonte, dopo la vittoria del centrodestra per il consiglio regionale e la nomina di Alberto Cirio a governatore di regione, la coalizione di centrodestra andrà al ballottaggio con i dem a Biella, Verbania e Vercelli.

Ad Avellino la corsa è invece tutta tra candidati del centrosinistra. La poltrona di primo cittadino di Livorno, invece, lasciata dal pentastellato Filippo Nogarin, se la contendono il candidato del centrosinistra Luca Salvetti e quello del centrodestra Andrea Romiti.

Sullo stesso tema: