Ecco le tracce del secondo scritto della Maturità: Tacito e Plutarco al Classico, esordio di Fisica allo Scientifico

di OPEN

È il giorno della prova caratterizzante: quest’anno alcuni studenti dovranno affrontare un esame più duro rispetto al passato

Sono uscite le tracce della seconda prova per i maturandi 2019. Per gli studenti del liceo classico, le versioni da tradurre sono un brano di Tacito per il latino e di Plutarco per il greco. Il tema scelto è l’assassinio dell’imperatore romano Servio Sulpicio Galba: il primo estratto è preso dal primo libro delle Historiae di Tacito, il secondo da “Vita di Galba” di Plutarco.

OPEN

Per gli studenti dello scientifico, due problemi con i quattro quesiti collegati. Il compito di fisica consiste in un problema da risolvere su un condensatore.

OPEN

Al liceo linguistico, per la prova di comprensione e produzione, sono uscite lingua 1 e lingua 3.

Per gli studenti dei licei di scienze umane, il tema da trattare sarà «Nuove emergenze educative»: «La relazione tra la condizione socioculturale e il rendimento scolastico nella riflessione psicopedagogica del Novecento». Nel testo si fa riferimento alla Lettera a una professoressa scritta dai ragazzi della Scuola di Barbiana.

Per l’artistico, indirizzo arti figurative plastico scultoreo, c’è la traccia «Dall’autoritratto al selfie», mentre per gli Istituti tecnici commerciali con indirizzo aziendale, i temi di economia aziendale riguardano i quattro rischi del business e il bilancio di Alfa spa al 31/12/2017.

Cos’è la seconda prova

Dopo il primo passo fatto tutti insieme, le strade degli studenti si dividono, dunque. Oggi è il giorno della seconda prova, quella caratterizzante, declinata a seconda dell’indirizzo di studi scelto dai ragazzi e le ragazze all’inizio del loro percorso. Una prova che quest’anno per alcuni è ancora più minacciosa delle altre volte.

Gli studenti dei licei classici e scientifici non hanno potuto sperare nel classico sorteggio di metà anno scolastico, quando al Ministero la sorte di migliaia di ragazzi veniva decisa tra greco e latino, fisica o matematica. Dal 2019 è entrato in vigore il sistema multidisciplinare, e gli studenti devono rispondere a entrambe le materie caratterizzanti.

I Licei: cosa cambia e cosa no

Gli studenti del classico stanno svolgendo una versione in greco antico e una in latino, mentre al liceo scientifico la prova è mista tra fisica e matematica. Gli studenti potranno scegliere uno tra due problemi proposti e 4 fra gli 8 quesiti decisi dal Miur.

Al liceo linguistico gli studenti affrontano una prima parte della verifica sulla comprensione di due testi in lingua straniera con 15 domande aperte o chiuse. La seconda parte si concentra sul cosiddetto “writing”: una produzione di due testi scritti, uno argomentativo e l’altro narrativo o descrittivo.

Al liceo delle scienze umane un altro tema, stavolta ad argomento specifico (antropologico, sociologico o pedagogico), mentre al liceo artistico, come di consueto, la prova consiste in un progetto che potrà durare fino a tre giorni.

Leggi anche