In Norvegia, l’isola che vuole abolire il tempo diventa la prima free time zone

Sommarøy potrebbe diventare la prima time free zone al mondo

Vorremmo sempre che le giornate avessero più di 24 ore. Non c’è mai abbastanza tempo da dedicare agli amici, mai ore a sufficienza per poter andare in palestra, per poter concedersi una lunga pausa dopo il lavoro.

E poi quella fastidiosissima sveglia mattutina che proprio non sopportiamo più. In Norvegia c’è chi ha vuole dire addio allo stress della vita frenetica scandita dai nostri appuntamenti. Come? Facendo a meno del tempo.

Nell’isola di Sommarøy, in Norvegia, gli abitanti si stanno preparando a dire addio agli orologi per creare la prima “free time zone” al mondo. Per gli abitanti dell'”isola dell’estate”, chiamata cosi per i suoi 69 giorni di sole costante all’anno, il tempo non ha senso di esistere.

«C’è luce costante e ci comportiamo di conseguenza. Nel mezzo della notte, alle 2, ci sono bambini che giocano a calcio, persone che imbiancano casa o falciano il prato, ragazzi che vanno a nuotare», ha spiegato alla CNN Kjell Ove Hveding, uno dei 300 abitanti dell’isola.

La petizione che richiede la liberazione dal concetto di tempo è già arrivata sul tavolo di un ministro norvegese con cui si sta discutendo la possibilità di creare per la prima volta nel Paese, e nel mondo, un’area free time.

Ora, l’isola potrebbe presto diventare una meta turistica ambita da chi vuole vivere un’esperienza fuori dal comune o, in questo caso, fuori dal tempo.

Leggi anche: