Balo torna in Italia? Parma e Fiorentina ci provano

I viola e i ducali stanno provando a riportare in Serie A il centravanti italiano emigrato da tre stagioni in Francia

Puntuale, torna d’attualità la saga sul ritorno di Mario Balotelli in Italia. Stavolta, però, le chances di rivedere il 28enne bresciano in giro per i campi della serie A si moltiplicano; un po’ come i contatti, a cadenza quotidiana, con il Parma di Daniele Faggiano, la società che sta cercando con più insistenza l’accordo con l’ex O.M..

L’altra è la Fiorentina. Commisso vorrebbe bagnare l’acquisto del club esplodendo il famoso colpo ad effetto, ma siamo ancora allo step della suggestione a differenza della concretezza già mostrata dal Parma, che vuole regalare a D’Aversa un attaccante affidabile.

Il nodo resta l’ingaggio

Ansa / Mario Balotelli prima di una partita di Ligue 1

Balotelli gradirebbe tornare in Italia dopo l’esperienza, comunque positiva, a Marsiglia (8 gol in Ligue 1). Il nodo principale resta l’ingaggio. Nonostante una carriera piena di saliscendi, l’emolumento è rimasto di quelli top. Per soli sei mesi agli ordini di Rudi Garcia, l’ex attaccante azzurro ha percepito qualcosa come tre milioni di euro.

Cifre lontane dagli standard del Parma che, però, risparmiando sul cartellino (Balo si libera a zero a fine mese) potrebbe deviare il cash sull’offerta contrattuale. Si lavora costantemente restando sul pezzo e vagliando, nel frattempo, possibili alternative. Su tutte spicca la figura di Roberto Inglese, anche se trattare col Napoli di De Laurentiis è affare complicato. Sconti non se ne fanno.

Foto di copertina / Ansa