Blitz di Greenpeace contro il governo, l’azione nello stretto di Sicilia – Il video

Gli attivisti hanno aperto sulla piattaforma un banner con il messaggio «Ci state bruciando il futuro», diretto al governo italiano, «che non sta facendo abbastanza per affrontare l’emergenza climatica», spiegano da Greenpeace.

Attivisti e attiviste di Greenpeace Italia sono in azione da questa mattina all’alba sulla piattaforma di estrazione “Prezioso”, situata nello Stretto di Sicilia. Lo rende noto l’ufficio stampa dell’organizzazione, che invia anche un video dell’azione.

Gli attivisti hanno aperto sulla piattaforma un banner con il messaggio: «Ci state bruciando il futuro», diretto al governo italiano, «che non sta facendo abbastanza per affrontare l’emergenza climatica», spiegano da Greenpeace.

Gli attivisti, partiti dalla Rainbow Warrior, «espongono messaggi con alcuni dei provvedimenti più importanti che i governi dovrebbero prendere nei prossimi anni, a livello nazionale e internazionale, per contenere l’aumento della temperatura media al di sotto di un grado e mezzo ed evitare impatti ancora peggiori dei cambiamenti climatici, come indicato dalla comunità scientifica», si legge ancora nella nota.

«L’emergenza climatica è sotto gli occhi di tutti e chi dovrebbe fare di tutto per proteggere i cittadini, ovvero il nostro governo, continua invece a perseguire le stesse politiche fossili che hanno contribuito a portarci al punto in cui ci troviamo», dice Luca Iacoboni, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace. «Oggi siamo in azione nello Stretto di Sicilia per protestare contro l’imminente ampliamento delle attività estrattive del progetto “Offshore Ibleo”. Gas e petrolio sono parte del problema, non della soluzione ai cambiamenti climatici e un governo che voglia difendere i cittadini deve fermare i piani di espansione delle attività estrattive e puntare invece su rinnovabili ed efficienza, per arrivare a zero emissioni entro il 2040».

Leggi anche: