Mondiali calcio femminile, giocatrice Usa criticata per aver gettato a terra la bandiera

La calciatrice americana Allie Long è finita al centro della polemica per aver lasciato cadere a terra la bandiera a stelle e strisce durante i festeggiamenti per la vittoria del mondiale

La giocatrice degli Stati Uniti Allie Long presa di mira sui social per aver gettato a terra la bandiera statunitense durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa del Mondo.


Per andare ad esultare insieme con le compagne di squadra, Megan Rapinoe ed Alex Morgan, durante le celebrazioni post-partita, Allie Long ha lasciato cadere sul rettangolo verde la bandiera a stelle e strisce, andando vicino a calpestarla. La compagna di squadra Kelley O’Hara ha spostato in tempo la bandiera, evitando un’ulteriore polemica.

https://twitter.com/PoeticSpaniard/status/1147927706807312385

Il gesto, in apparenza involontario, ha fatto scatenare la rabbia del web che ha fortemente criticato la giocatrice per aver lasciato cadere a terra la bandiera a stelle e strisce.

«Congratulazioni per la vostra/nostra vittoria, ma potresti per favore rispettare la bandiera degli Stati Uniti e non gettarla a terra?». La compagna, Kelley O’Hara, che è corsa a raccoglierla è stata accolta da alcuni come un eroe: «Kelley, sei l’eroe di cui abbiamo bisogno», si legge su Twitter.

Innumerevoli i commenti aggressivi o violenti: «Una mancanza di rispetto della grande Nazione sulla televisione nazionale. Sono sicuro che la Francia ti aprirà le porte per la cittadinanza con il tuo tipo di disonore e mancanza di rispetto».

«Dovresti imparare come rispettare la nostra bandiera. Non buttarla a terra. Alcuni di noi hanno combattuto per quella bandiera!! E tu!! Merito rispetto per le mie stelle e strisce!!», scrive un ex militare su Twitter.

Leggi anche: