Di Maio blinda Raggi: «Lei e il M5s sono un corpo unico, estranea al ‘sistema’ che lucra sulla pelle dei romani»

Dopo la vicinanza espressa da Alessandro Di Battista ieri sera, è arrivato il messaggio del capo politico del M5S

«Il MoVimento 5 Stelle e Virginia Raggi sono un corpo unico e sono un corpo estraneo per quel sistema che in passato si è permesso di lucrare sulla pelle dei romani per anni, prelevando dalle loro tasche per tutelare sempre e solo sè stesso». Con queste parole il vicepremier pentastellato Luigi Di Maio è tornato a parlare – e a difendere – in un lungo post su Facebook l’operato di Virginia Raggi a Roma. 

«Virginia Raggi si è rimboccata le maniche, scegliendo sempre trasparenza e legalità – continua Luigi Di Maio – lavorando sodo per restituire a fine mandato una Roma che si possa rialzare, tornando a offrire servizi dignitosi, rifacendo strade, combattendo la criminalità».

«Noi sappiamo bene cosa significa, ad esempio, abbattere le villette dei Casamonica. Cosa significa licenziare dipendenti furbetti, finiti nello scandalo Parentopoli. Cosa significa smantellare il sistema degli scrocconi che pagavano affitti da due lire per appartamenti di lusso su Piazza Navona. Avanti Virginia, continua a combattere a testa alta. Noi siamo con te!», ha concluso infine il vicepremier, ribadendo il proprio supporto alla sindaca di Roma.

Di Maio: «Più ci attaccano e più ci rafforzano»

Uno scambio di tweet tra il capo politico M5S e la sindaca di Roma per smentire gli articoli comparsi oggi, 8 luglio, sulla distanza con Virginia Raggi, sotto accusa per la situazione dei rifiuti nella Capitale. «Più ci attaccano e più ci rafforzano» ha scritto Luigi Di Maio rispondendo al tweet della sindaca.

Finora erano stati gli esponenti locali a difendere Virginia Raggi, ma nessun parlamentare. L’unica voce “nazionale” era stata quella di Alessandro Di Battista che ieri sera su Facebook aveva scritto un lungo post per difenderla.

Se avesse detto SÌ alle Olimpiadi di Caltagirone oggi sarebbe l’eroina del sistema. Se avesse chiuso un occhio davanti…

Posted by Alessandro Di Battista on Sunday, July 7, 2019

L’attacco alla stampa

Oltre alle critiche rivolte da Di Maio e Di Battista alla stampa, c’è un post pubblicato sul profilo Facebook del Movimento 5 Stelle Roma: «I giornali possono scrivere quello che vogliono ma è ormai evidente che non sanno più come attaccarci e si stanno convertendo al gossip, sì gossip puro al 100%».

«A qualcuno dà chiaramente fastidio vederci così uniti e sperano di dividerci con le fake-news. Poveri illusi. I giornali così sono buoni solo per incartare il pesce, pulire i vetri o per raccogliere le deiezioni canine».

L’appello di Ama

Intanto dall’azienda che gestisce lo smaltimento dei rifiuti (Ama) è arrivato un appello disperato ai cittadini: «Producete meno rifiuti». «I lavoratori sono si sono messi a disposizione per raccogliere i rifiuti sapendo che non sapevamo dove portarli, ma soprattutto hanno fatto turni straordinari: sanificando, raccogliendo, è un momento di grandissimo lavoro».

«Non ci fermiamo, sicuramente l’apertura di altri siti regionali è fondamentale come altrettanto è fondamentale». E proprio sui siti regionali la Raggi ha chiarito che i dati da Ama arriveranno oggi: «Nel frattempo lavoriamo per trovare anche siti all’estero».

Sull’apertura dei siti si riaccende lo scontro tra Roma e la Regione Lazio, uno scambio di battute a distanza tra Raggi e il governatore Nicola Zingaretti. Qualche giorno fa la Regione ha assicurato alla Capitale che gli impianti della periferia – indicati dall’ordinanza firmata da Zingaretti – sono disponibili. Tuttavia, sui social, Raggi denuncia che «gli impianti di smaltimento rifiuti di Rida sono chiusi e i camion non possono scaricare. L’ordinanza della Regione è una presa in giro, non funziona», ha detto.

Leggi anche: