Roma, picchiarono un ragazzo del Gambia: arrestati due uomini vicini all’estrema destra

Il giovane, di 30 anni, era entrato in un bar per chiedere da bere

Due uomini, entrambi vicini ad ambienti di estrema destra e con precedenti penali, sono stati arrestati per aver aggredito un 30enne del Gambia.

Il giovane era entrato in un bar in via dei Volsci, a San Lorenzo (Roma), per chiedere da bere, ma è stato aggredito da due italiani di 45 e 50 anni.

I due lo avrebbero colpito con calci e pugni e gli avrebbero urlato insulti razzisti sia all’interno del locale che fuori. Il ragazzo è stato giudicato guaribile in 30 giorni.

I fatti risalgono allo scorso giugno. I presunti aggressori sono stati individuati attraverso l’analisi delle immagini di videosorveglianza e le testimonianze raccolte.

Gli agenti della Digos, che hanno eseguito gli arresti, hanno ritrovato anche i vestiti che indossavano al momento dell’aggressione.

«Condanniamo con forza la vile aggressione ad un ragazzo del Gambia avvenuta lo scorso giugno nel quartiere San Lorenzo. I responsabili sono stati assicurati alla giustizia. A Roma non c’è posto per il razzismo», ha twittato la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Leggi anche: