Sky annuncia il documentario di Di Battista, scoppia la protesta: costretti a rimuovere tweet e video

Dopo le proteste e le promesse di boicottaggio è scomparso il tweet dell’annuncio del documentario, che resta tuttavia programmato per domenica sera

«Dagli USA all’America Centrale Alessandro Di Battista ci mostra le esperienze più significative del suo viaggio on the road. Per #Ilraccontodelreale non perdetevi domenica alle 21,15, L’altro mondo – In Viaggio con Alessandro Di Battista, su Sky Atlantic». Un annuncio, quello dell’emittente satellitare, che ha scatenato le polemiche degli utenti di Twitter, che hanno palesato il proprio malcontento per la scelta di Sky.

Il tweet rimosso dall’account di Sky Atlantic

Il Racconto del Reale, la serie di documentari realizzati durante il viaggio in America Centrale dal pasionario del M5s Alessandro Di Battista, ha scatenato le polemiche per lo più di giornalisti e di opinionisti che, appresa la notizia, hanno minacciato l’emittente satellitare di disdire il proprio abbonamento e di boicottare il programma.

Dopo le accese proteste social, l’emittente ha eliminato il tweet in cui annunciava il primo appuntamento con la serie di documentari, ma altresì la nota ufficiale sul proprio sito e il video promozionale.

Le proteste politico – giornalistiche

Sul caso è entrato a gamba tesa Marco Taradash, esponente di +Europa e voce di Radio Radicale: «Boicotta Sky, disdici l’abbonamento. Ieri l’ufficio stampa e propaganda di Sky ha pubblicato su Twitter questa pubblicità. Sono piovute centinaia di proteste e di preannunci di disdetta dell’abbonamento». Oggi – continua Taradash in un post di accusa contro Sky – appena ho visto questa immagine ho aggiunto il mio preannuncio di disdetta. Sono però stato avvertito da Twitter che Sky aveva cancellato l’annuncio e non potevo quindi commentarlo». 

Ma Taradash annuncia battaglia: «Bene, avranno cancellato lo spettacolino, ho pensato. Manco per niente, la guida Sky ai programmi conferma che domani andrà in onda. E allora confermo qui: oggi stesso disdico, dopo dieci anni, l’abbonamento a Sky. Fate regalini ai nemici della democrazia liberale? Non con i miei soldi». 

Alcuni utenti, tuttavia, hanno inteso l’affondo di Taradash più come una “vendetta personale”: «Boicotta Sky perché manda in onda Di Battista o perché manda in onda l’esponente del Movimento che voleva togliere il finanziamento pubblico a Radio Radicale?», si chiede un utente. 

Alla fine dei giochi, in qualsiasi caso, malgrado la cancellazione di tutte le comunicazioni promozionali, il programma risulta ancora programmato nei palinsesti ufficiali dell’emittente satellitare, pronto per andare in onda domenica sera, alle ore 21.15.