L’aeroporto di Linate chiude per tre mesi: voli trasferiti a Malpensa, cosa cambia fino a ottobre

Il piano di ammodernamento delle piste durerà fino al 27 ottobre, mentre per il restyling completo dell’aeroporto bisognerà aspettare fino al 2021

Dal 27 luglio l’aeroporto di Linate chiuderà per tre mesi. Lo scalo milanese rimarrà chiuso fino al 27 ottobre per lavori di restyling. L’operazione di ammodernamento riguarderà il terminale, le aree bagagli e la pista. Un restauro a 360 gradi che prevede lo spostamento di quasi tutti i voli, e delle attività, a Malpensa.

Il restyling

Gli interventi dureranno complessivamente fino al 2021. Quelli su pista per tre mesi. Saranno un migliaio di voli a settimana ad essere sposati nel più grande scalo milanese.

Le operazioni di spostamento sono iniziate alla mezzanotte tra giovedì 25 e venerdì 26 luglio, con la partenza del primo convoglio di sei cobus, autobus di dimensioni eccezionali in larghezza, impiegati per il trasferimento dei passeggeri, da e verso gli aeromobili.

Un piano di trasferimento

La pianificazione dei servizi e delle misure di sicurezza, con l’individuazione dell’itinerario e degli eventuali percorsi alternativi, è stata assicurata dalla Polizia Stradale di Milano che, in collaborazione con le società concessionarie autostradali e le ditte di trasporto per i mezzi eccezionali, coordinerà gli interventi.

Un secondo convoglio, con altri sei cobus partirà sabato 27 luglio, sempre alle ore 00.00, seguendo il medesimo percorso. Per la circostanza, presso la sala di Protezione Civile della Prefettura di Milano, sarà attivato un Centro di Coordinamento Soccorsi, in stretto raccordo con le diverse sale operative delle Forze di Polizia e degli Enti e delle Società concessionarie Autostradali per seguire e gestire le operazioni di trasferimento e attivare le misure necessarie a fronteggiare eventuali situazioni di emergenza.

Malpensa: unico scalo di Milano

Sea, gruppo alla guida degli aeroporti di Milano, ha potenziato tutte le infrastrutture dello scalo per far fronte all’incremento dei passeggeri con l’ampliamento dei parcheggi e il potenziamento dei servizi di assistenza ai passeggeri, anche con l’ausilio di cinquanta facilitatori supplementari.

Sullo scalo di Malpensa verrà assicurata una implementazione dell’attività di presidio e di vigilanza da parte delle Forze di Polizia e dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco. Anche la Polizia Locale di Milano garantirà un servizio supplementare per la gestione della viabilità.

Leggi anche: