Sirene spiegate per il carabiniere ucciso: l’omaggio della Polizia a Mario Rega Cerciello – Il video

Decine di pattuglie si sono recate davanti all’ingresso del comando generale dell’arma dei Carabinieri in viale Romania a Roma

Decine di volanti della Polizia hanno omaggiato Mario Rega Cerciello, vice brigadiere dei carabinieri ucciso durante un’operazione di servizio.

Le pattuglie, in maniera ordinata, come si vede dal video, si sono mosse dal punto in cui si erano concentrate per dirigersi, a sirene spiegate, davanti all’ingresso del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri in viale Romania, a Roma, esprimendo la loro vicinanza alla famiglia della vittima e a tutta l’Arma, profondamente colpita da questa vicenda.

Il comandante generale dei Carabinieri, poi, è sceso in strada per un breve colloquio con alcuni componenti delle pattuglie.

Le reazioni

«Nel confidare che si arrivi rapidamente alla cattura dei criminali responsabili, esprimo al comandante generale e all’arma dei Carabinieri la mia solidale vicinanza, rinnovando i sentimenti di considerazione e riconoscenza per il quotidiano impegno degli operatori dell’arma a servizio dei cittadini», queste le parole del Capo dello Stato Sergio Mattarella in un messaggio inviato al generale Giovanni Nistri, comandante generale dell’Arma.

Mentre il prefetto Franco Gabrielli, capo della Polizia, ha dichiarato: «Ancora una volta un uomo delle istituzioni viene colpito pagando con la vita il proprio impegno per la tutela della legalità e del vivere civile al servizio della comunità».

Il vicepremier Luigi Di Maio ha annunciato sui social che parteciperà ai funerali del carabiniere ucciso, che si terranno lunedì 29 luglio. «Sarò lì perché era un servitore dello Stato, uno dei nostri tanti eroi silenziosi che ogni giorno portano a compimento il loro dovere con coraggio e abnegazione, per garantire la nostra sicurezza. Sarò lì per un ultimo saluto e per rendergli omaggio, anche se non avrei mai voluto doverlo fare così», ha scritto il Di Maio su Facebook.

Leggi anche: