Juve ‘bloccata’ da Dybala, la Joya vuole restare e congela il duo Icardi-Lukaku

L’argentino chiederà alla società di restare. Così diventa più difficile portare un vero 9 allo Stadium

Di stallo in stallo. In principio era stato, e ancora lo è, Gonzalo Higuain a bloccare il mercato in entrata della Juventus, impuntandosi con ferocia da lavoro sulla solida volontà di restare in bianconero. Ora tocca a Paulo Dybala inneggiare al ‘Casa dolce casa’, lasciando trapelare il desiderio di restare allo Stadium per cercare gloria, anche europea, con la sua Signora.

View this post on Instagram

Miamiiiii 😝🦈🇺🇸

A post shared by Paulo Dybala (@paulodybala) on

Diamoci un taglio

L’argentino potrebbe godere di ferie fino al prossimo 5 agosto ma, con tutta probabilità, rientrerà già nella giornata di venerdì per incontrare Maurizio Sarri prima, la dirigenza poi. Idea di partenza: permanenza e consacrazione definitiva.

Magari nella posizione di falso nueve lasciata vacante dallo spostamento a sinistra di Cristiano Ronaldo nel 4-3-3 sarriano potenzialmente orfano del centravanti vero, causa persistente presenza di Higuain, Kean e Mandzukic alla casella ‘uscite’.

Ricca Inghilterra

Si deciderà tutto in questa settimana. Le squadre più attive su Dybala sono Manchester United e Tottenham, che devono sbrigarsi in quanto il gong del mercato Oltremanica tintinnerà il prossimo 8 agosto. Si entra, dunque, nei giorni del dentro o fuori.

Lo United offre Lukaku e una decina di milioni di euro di conguaglio per arrivare alla Joya, per la quale la Juve preferirebbe solo liquidità. Il belga, però, intriga e sarebbe un terminale devastante nello spartito tattico di Sarri. Paratici ha chiesto informazioni al Manchester e quella che pareva essere una azione di solo disturbo può trasformarsi in altro.

View this post on Instagram

❤️

A post shared by Μαυʀɸ Iϲαʀδι – MI9 (@mauroicardi) on

Resta evidente, però, che la priorità juventina sia Mauro Icardi a costi ragionevoli. La strategia bianconera è fluida: tenere il prezzo di Lukaku alto per costringere l’Inter a un notevole esborso economico (superiore agli 80 milioni di euro) per poi provare a portare Icardi in zona Stadium a prezzo di saldo (sui 40 milioni).

Il tutto, Napoli e Dybala permettendo. L’argentino, sul quale è forte anche l’interesse del Tottenham, chiederà alla Juve di restare, e ai potenziali acquirenti uno stipendio da 10 milioni di euro netti a stagione. L’incastro è complicato, costoso. E dovrà essere rapido. Sarà la settimana decisiva.

Leggi anche: