Dybala-Tottenham, tutto saltato. Prende quota lo scambio con Icardi. Mandzukic, niente United

Gli attaccanti della Juve non vanno in Premier League. E in attacco restano in troppi…

La notizia bomba della Bbc, aveva trovato pieno riscontro, prima dell’ennesimo colpo di scena. Paulo Dybala non andrà al Tottenham nonostante in mattinata si fosse rassegnato a lasciare la Juventus, dicendo sì agli Spurs e trovando sostanziale convergenza anche sulle cifre dell’ingaggio. Poi, però, il banco è saltato anche perché sarebbe stata la Juve a non essere più convinta della cessione al Tottenham.

Sembrava (quasi) tutto fatto

L’ultimo scoglio sembrava essere quello relativo alla questione dei diritti di immagine. Secondo The Indepedent la controversia con la società che li detiene avrebbe potuto risolversi ‘per una cifra di molto inferiore ai 40 milioni di euro’.

Gli inglesi stavano valutando anche l’opportunità di ragionare in un secondo momento sulla questione, spinosa, dei diritti. Una vicenda troppo complessa per essere dipanata in poche ore.

In ogni caso per cambiare idea c’è tempo fino alle 18, quando suonerà il gong per il mercato in entrata della Premier League.

In caso di fumata nera, ora probabilissima, si riaprirebbe il fronte dello scambio tutto argentino Icardi/Dybala, che assicurerebbe alle due squadre clamorose plusvalenze. I rapporti, però, soprattutto dopo l’affare Lukaku, non sono dei migliori.

Mandzukic a Torino

https://www.instagram.com/p/B058sAwHzgc/

Da seguire con attenzione anche la vicenda Mandzukic. Il croato è in uscita, ma non andrà, a meno di clamorosi colpi di scena, al Manchester United. La trattativa si è arenata, come quella con il Tottenham per Dybala. Mandzukic ha raggiunto regolarmente nel pomeriggio la Continassa per allenarsi con i compagni. Per la rivoluzione offensiva della Juve bisognerà ancora aspettare. E, comunque, non avrà radici in Premier League.

Foto di copertina Dybala / Ansa