La crisi agita i mercati: lo spread sale fino a 240 punti. Piazza Affari chiude a -2,48%: bruciati 15 miliardi

Fitch è la prima tra le agenzie di rating internazionali a rivedere il giudizio sull’Italia

L’annuncio della crisi di governo ha messo in stato d’allerta i mercati internazionali. Lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi chiude la seduta a 238 punti dopo essere salito fino a quota 240 punti base. Ieri, 8 agosto, a fine giornata segnava 209 punti. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,80% .

Chiude in forte calo la borsa di Milano. Piazza Affari chiude a -2,48%: bruciati 15 miliardi di capitalizzazione. L’indice Ftse Mib cede il 2,48% a 20.324 punti, mentre il Ftse All-Share ha perso il 2,55%.

Ora, i rischi sulla manovra di bilancio preoccupano ancora di più i mercati, considerando che c’è in ballo l’aumento dell’Iva di 23 miliardi già inserito nella legge e che rischia di non poter essere frenato.

Nel frattempo è arrivato l’atteso giudizio sull’Italia della agenzia di rating Fitch che confermato il rating BBB dell’Italia, l’outlook resta negativo.

Leggi anche: