Napoli, aggrediti due ambulanti stranieri: uno è grave. È caccia al branco

Gli aggressori sono spariti nel nulla. La polizia spera di trovare le loro tracce nei filmati della videosorveglianza

Due cittadini del Bangladesh, regolarmente residenti in Italia, che si guadagnano da vivere come venditori ambulanti, sono stati attaccati, a Napoli, a colpi di pietre sul volto, da un branco di dieci ragazzi.

Uno dei due aggrediti è grave, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale Cardarelli, in prognosi riservata e in attesa di almeno due interventi chirurgici che dovranno tentare di ricostruirgli la faccia. In più ha riportato un trauma cranico causato da una delle sassate.

Secondo La Repubblica, i due ambulanti stavano rientrando a casa ai Quartieri spagnoli quando sono stati accerchiati dal gruppo di ragazzini che hanno rubato loro della merce, in particolare delle cover. I due hanno chiesto il pagamento o la restituzione delle cover, ed è allora che i ragazzini hanno iniziato a lanciare pietre.

La polizia ha cominciato la caccia ai colpevoli. Dalle testimonianze, si tratterebbe di almeno dieci ragazzini. Uno dei due uomini bengalesi – rimasto anche lui ferito, ma in forma più lieve – ha descritto i colpevoli come dei ragazzi tra i quindici e i sedici anni, quindi minorenni.

Dopo l’azione armata, sarebbero spariti nel nulla. Le forze dell’ordine passeranno al vaglio le telecamere di sorveglianza per cercare di individuare il branco.

Leggi anche: