Salvini senza freni: «Zingaraccia, arriva la ruspa». E liquida le accuse di razzismo: «Roba da matti»

Il leader della Lega ha risposto così a una donna che aveva detto: «A Salvini andrebbe tirata una pallottola in testa?»

«Zingaraccia, stai buona, tra poco arriva la RUSPA». A parlare – su SkyTg24 e su Twitter è il ministro degli Interni e vicepremier Matteo Salvini. Un linguaggio sempre più senza filtri e remore, sia di fronte alle telecamere che sul suo account ufficiale sui social.

«Ma vi pare normale che una zingara a Milano dica “A Salvini andrebbe tirata una pallottola in testa?” Stai buona, zingaraccia, stai buona, che tra poco arriva la RUSPA», dice Salvini. Il leader della Lega fa riferimento a un video del Giornale girato nel campo di Via Monte Bisbino, periferia nord di Milano.

Le polemiche e la replica

Il tweet ha scatenato reazioni sulla stampa e sui social, giudicato da molti un’uscita razzista. Dopo circa tre ore di silenzio, il vicepremier ha replicato alle accuse: «Roba da matti», ha detto. «Il problema non è una zingara che minaccia di morte il Ministro dell’Interno, vivendo in un campo Rom abusivo. Il problema per qualcuno è la parola “zingaraccia”. Io vado avanti, fino al raggiungimento dell’obiettivo zero campi Rom in Italia».

La risposta al giornalista di Repubblica

In mattinata, il ministro degli Interni non aveva lesinato stoccate su un altro caso di questi giorni, il video del figlio che utilizza una moto d’acqua della polizia, a Milano Marittima.

Stoccate dirette al videomaker Valerio Lo Muzio, che ha ripreso le immagini poi pubblicate sul sito di la Repubblica – e a cui gli agenti hanno provato a impedire di riprendere la scena del figlio del ministro che usa la moto d’acqua in dotazione alle forze dell’ordine.

Il vicepremier ha interrotto più volte il videomaker che provava a fare domande: «Lei che è specializzato, vada a riprendere i bambini, visto che le piace tanto», ha detto Salvini evitando di rispondere alle domande di Lo Muzio. «Mi sta dando del pedofilo?», ha replicato il giornalista.

Leggi anche: