Napoli, saluto romano ai funerali di Antonio Rastrelli davanti alla chiesa

Rastrelli, morto a 91 anni, è stato governatore della Regione Campania e sottosegretario al Tesoro nel primo governo Berlusconi

«Attenti, camerata Antonio Rastrelli, presente!». Con queste parole e con un saluto fascista alcuni presenti hanno omaggiato l’ex governatore della Regione Campania e sottosegretario al Tesoro nel primo governo Berlusconi, Antonio Rastrelli (Msi e An) che è venuto a mancare, all’età di 91 anni, il giorno di ferragosto. A pubblicare il video è il quotidiano La Repubblica.

I fatti

Non appena il feretro è comparso sul sagrato della chiesa, qualcuno ha dato gli «attenti» e per tre volte ha urlato «camerata Rastrelli!» mentre altri hanno risposto «presente». La cerimonia si è svolta nella chiesa del Sacro cuore al Corso Vittorio Emanuele di Napoli.

Chi era Antonio Rastrelli

Storico esponente della destra napoletana, ha cominciato la sua attività politica come consigliere comunale. Nel ’94 venne eletto alla Camera e poi nominato sottosegretario al Tesoro del primo governo Berlusconi. Nel gennaio 1995 aderì ad Alleanza nazionale e si candidò alla presidenza della Regione Campania vincendo con il 47,86%. Alle elezioni regionali del 2000, invece, gli andò male e venne battuto dal candidato del centrosinistra Antonio Bassolino.

Nel 2001 lasciò il Consiglio regionale della Campania in quanto eletto, all’unanimità dal Parlamento e su indicazione del presidente Ciampi, membro laico del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa. Nel 2007 passò a La Destra di Francesco Storace.

Foto in copertina: Repubblica.it

Leggi anche: