L’ira di Salvini sull’intesa contro di lui: «Coi renziani sulla pelle delle mamme di Bibbiano»

di OPEN

«I giochi di potere e di palazzo, sulla pelle delle mamme di Bibbiano e dei risparmiatori di Banca Etruria, sono il vergognoso tradimento del popolo italiano».

Disperato io? Sembra chiedersi retoricamente Matteo Salvini per una situazione politica che sembra essersi rovesciata rispetto a dieci giorni fa, con il tam tam sempre più insistente di un accordo di governo M5s-Pd. E quindi: disperato? No:

«Gli unici disperati sono i parlamentari (renziani su tutti) che non vogliono le elezioni perché hanno paura del giudizio degli italiani. I giochi di potere e di palazzo, sulla pelle delle mamme di Bibbiano e dei risparmiatori di Banca Etruria, sono il vergognoso tradimento del popolo italiano».

Al di là del tono irato e dell’attacco frontale al passato e al presente del Partito democratico, salta all’occhio il fatto che nella nota Salvini non faccia cenno al Movimento, stando ora attento a non colpire anche coloro che formalmente sarebbero ancora i suoi alleati.

Leggi anche: