Sondaggio, il governo M5S-Pd parte in salita: agli italiani (per ora) piace una sola cosa

A più della metà degli italiani non piace l’alleanza tra i due gruppi politici. Sale la fiducia per Conte e Zingaretti. Giù Di Maio, a capofitto Salvini

I calcoli, le previsioni, i sondaggi non sempre riescono a intercettare la realtà (vedi l’elezione inaspettata di Donald Trump). Però aiutano a capire quale sia la tendenza, l’orientamento della popolazione rappresentata. E se il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, sta vivendo una rinnovata popolarità, i sondaggi confermano che è lui il politico di cui gli italiani si fidano più: il 55% si sente di dargli credito, il 5% in più rispetto a un mese fa.

La fiducia nei politici

Nel sondaggio eseguito dall’Istituto Piepoli su un campione di 505 casi che rappresentano la popolazione italiana maggiorenne, gli specialisti hanno analizzato il trend di fiducia nei politici. Com’è cambiato in un mese? Nicola Zingaretti adesso incontra la stima del 32% degli italiani, 3 punti percentuali in più rispetto a luglio. Conte, come già detto, guadagna un +5%. Luigi Di Maio, invece, perde il 2%, scendendo a quota 33% nel trend di fiducia. Ma chi va peggio di tutti è Matteo Salvini, oggi al 38%: la fiducia nel leader leghista è scemata del -6%.

Il premier che vorrei

Nel sondaggio di Piepoli, pubblicato oggi sulla Stampa, non esiste un presidente del Consiglio più gradito di Conte: il 38% degli italiani vorrebbe lui a Palazzo Chigi. 18 punti percentuali indietro, troviamo Salvini: solo il 20% lo vedrebbe bene come primo ministro. I restanti nomi che si sono rincorsi in questi giorni di consultazioni, sono staccati di parecchio. Paolo Gentiloni 8%, Di Maio 7%, Raffaele Cantone 6%, Enrico Letta 5%, Roberto Fico 4%, Zingaretti 3%, Matteo Renzi 3%, Maria Elisabetta Alberti Casellati 2%, Marta Cartabia 2%, Enrico Giovannini 2%, altri 1%.

La fiducia nei nuovi ministri (papabili)

Nella roulette italiana per la scelta delle persone a cui affidare un ministero, il sondaggio rileva che la fiducia degli intervistati tende a ricadere verso i politici più conosciuti. Il Partito Democratico fa incetta di stima: le prime quattro posizioni della classifica virtuale sono occupate da Graziano Delrio e Marco Minniti, entrambi al 37%, Dario Franceschini 35% e Andrea Orlando 32%. Il primo 5 Stelle nella lista dei nuovi ministri che incontrano la fiducia degli italiani è Sergio Costa 29%.

Gradimento del governo Conte 2

Quattro italiani su 100 sono senza opinione, ma sommando i dati del sondaggio si evince che il 55% degli italiani non gradisce un governo Conte appoggiato da M5S e Pd: il 32% per nulla, per il 23% è un esecutivo poco gradito. Nella fascia della positività, il 31% degli italiani afferma che l’esperienza politica nascente piace abbastanza. Solo il 10% gradisce “molto” il governo Conte 2. Un esecutivo, quindi, che parte in salita, eppure sette italiani su 10 sono contrari alle elezioni: la figura di Conte piace, e parecchio, per questo la maggior parte dei cittadini sente di credere più nella sua persona che in una maggioranza giallo-rossa.

Sullo stesso tema: