Parigi, rubata dal muro un’ opera di Banksy dedicata al ’68 francese: è il secondo caso in Francia

È la seconda opera sparita quest’anno: la prima, rubata al Bataclan a gennaio, commemorava le vittime dell’attentato terroristico del 13 novembre 2015

Continuano i furti delle opere di Banksy, street artist più famoso del mondo. A Parigi nella notte tra il 2 e il 3 settembre è sparito lo stencil di un topo da una parete a fianco al Centro Pompidou, nel cuore del Marais. Il «topo onirico» raffigurava un ratto con una sciarpa in procinto di lanciare una bomba.

Il graffito è stato ritagliato insieme al pannello su cui era stato dipinto, che indicava l’entrata al parcheggio sotterraneo del centro culturale. Il dipinto era stato pubblicato sulla pagina Instagram dell’artista che l’aveva dedicata al cinquantesimo anniversario delle rivolte del 1968 a Parigi, «il luogo di nascita dello stencil moderno».

Foto: Epa Un graffito attribuito a Banksy a Parigi

Questo è il secondo furto di opere di Banksy trafugate dalla capitale francese: a gennaio è stata rubata l’opera realizzata dall’artista mascherato nel giugno 2018 sulla porta dell’uscita di emergenza del Bataclan per commemorare le vittime dell’attentato terroristico che il 13 novembre 2015 ha ucciso 90 persone nel teatro parigino

Leggi anche: