Salvini porta sul palco di Pontida “una delle bimbe di Bibbiano”. Bufera sui social: «Uso vergognoso dei bambini»

«Mai più bambini rubati alle famiglie. Mai più bimbi come merce», tuona il leader

«Mi pare che tra i bambini ci sia anche Greta, che è questa splendida bimba coi capelli rossi che dopo un anno è stata restituita alla mamma». 

Matteo Salvini chiude così il suo intervento dal palco del celebre raduno della Lega, quello di Pontida, invitando con lui un gruppo di bambini tra cui Greta, poi ritenuta “bambina vittima della vicenda di Bibbiano”.

«Mai più bambini rubati alle famiglie. Mai più bimbi rubati alle mamma e i papà. Mai più bimbi come merce. Chiedo a voi che siete sul prato, nel nome di questi bimbi che sono il nostro futuro, di prendervi per mano. Vi chiedo che la giornata di oggi sia l’inizio di una pacifica, democratica, rivoluzionaria liberazione del nostro paese», conclude Salvini tra gli applausi.

Il tweet dell’account ufficiale della Lega in cui sostengono che Greta sia una bambina di Bibbiano.

La protesta social

La presenza di Greta sul palco di Pontida non ha risparmiato la valanga di critiche via social. In molti hanno protestato contro Matteo Salvini per aver esibito la bambina in pubblico, senza troppo pudore.

Anche Riccardo Pirrone, il celebre social media manager delle pompe funebri Taffo, non ha risparmiato di lanciare la sua frecciata contro l’ex ministro degli Interni. E, com’è nel suo stile, ha ripreso uno degli slogan che più ha risuonato sulla vicenda di Bibbiano, adattandolo al raduno leghista:

Ad unirsi al coro di protesta anche la giornalista Selvaggia Lucarelli:

In coda anche il fumettista e regista Gipi:

E, infine, ma la lista è molto lunga, Alessia Morani, deputata e neo sottosegretaria al ministero per lo Sviluppo economico che ha twittato:

Leggi anche: