Lega nel Ppe con Berlusconi (e Orban)? Salvini smentisce Giorgetti: «Non è in programma»

Il Carroccio nel gruppo dei Popolari europei. L’apertura dell’ex sottosegretario si scontra con le idee del leader del partito

Primi scricchiolii in casa Lega? In una rara divergenza di opinione Matteo Salvini ha smentito il suo fedele alleato e compagno di partito Giancarlo Giorgetti.

L’ex sottosegretario leghista alla presidenza del Consiglio ospite domenica a Mezz’ora in più su Rai 3 non aveva escluso un’entrata del Carroccio nei popolari europei dopo che la Lega aveva deciso di dare vita a una formazione separata: Identità e Democrazia.

«Con la Csu bavarese, ad esempio, ci sono molti elementi di consonanza», ha dichiarato Giorgetti alla giornalista Lucia Annunziata. Ma, Matteo Salvini, nel corso della registrazione di Povera Patria, ha risposto che l’ipotesi «non è nei programmi».

L’apertura di Giorgetti a un ingresso del partito di Salvini nei popolari aveva avuto il benestare anche di Forza Italia: «È una buona notizia e un significativo passo avanti per la costruzione di un centrodestra più credibile e competitivo, non supino ma neanche nemico dell’Europa», aveva dichiarato Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di FI: «E’ questa la strada giusta, perché se il sovranismo diventa isolazionismo finisce per remare contro l’interesse nazionale».

Leggi anche: