Salvini all’attacco di Gualtieri: «È normale che un ministro parli di “conti del Papeete”?»

La querelle a distanza è nata dopo le dichiarazioni del ministro dell’Economia sulla prossima manovra economica

«È normale che un ministro vada in tv a dire che deve pagare i “conti del Papeete” senza spiegare dove va a trovare i soldi per la manovra economica? Dai non è normale».

A dirlo è l’ex ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini che, ai microfoni di Radio24, ha commentato le anticipazioni del ministro dell’Economia Roberto Gualtieri sulla prossima Legge di Bilancio.

Gualtieri, infatti, intervistato a Mezz’ora in più di Lucia Annunziata, anticipando i pilastri della prossima manovra economica espansiva, ha lanciato una stoccata al leader del Carroccio. 

«Abbiamo il “conto del Papeete” che ci è stato lasciato da pagare. Dobbiamo farlo in modo equilibrato, puntando alla crescita, trovando soluzioni e la giusta mediazione tra le posizioni in campo», aveva dichiarato Gualtieri, avanzando la possibilità di aumento selettivo dell’Iva.

La replica di Salvini

E la replica del leader del Carroccio non si è fatta attendere. «Hanno passato due mesi dicendo che non si poteva andare alle elezioni per evitare l’aumento dell’Iva», dice Salvini. 

«Hanno fatto un governo per questo e ora propongono l’aumento selettivo dell’Iva? Dai non scherziamo. In un Paese serio saremmo già con le elezioni convocate», ha proseguito l’ex vicepremier leghista, ribadendo la sua contrarietà all’aumento dell’imposta sul valore aggiunto.

«Non pensavo che fosse un reato andare in vacanza a Milano Marittima con mio figlio», ha infine chiosato Matteo Salvini.

Sullo stesso tema: