Calciatrice esclusa dalla squadra: ha pubblicato post razzisti su Facebook

La sportiva è anche presidente del circolo di Cadoneghe (Padova) di Fratelli d’Italia. Ecco i post incriminati

Elvira Bello – questo il suo nome – è stata estromessa da una squadra femminile di calcio a cinque, con la quale aveva cominciato ad allenarsi, a seguito della pubblicazione di alcuni post, ritenuti razzisti, su Facebook.

Cosa ha pubblicato

A non essere piaciuti sono alcuni post contro i migranti che la calciatrice padovana aveva pubblicato sul suo profilo Facebook. Tra le azioni contestate ad Elvira Bello – presidente del circolo di Cadoneghe (Padova) di Fratelli d’Italia, il partito di Giorgia Meloni – ci sarebbe anche quella di aver messo un “mi piace” a una pagina con frasi di Mussolini.

La squadra di calcio, nella quale la Bello si allenava, fa parte dell’associazione Quadrato meticcio che, nel suo statuto, annovera tra i valori portanti l’impegno contro il razzismo e l’inclusione dei migranti.

I post incriminati

E, invece, la calciatrice, stando a ciò che pubblica su Facebook, non sembra avere grande simpatia per i migranti.

Fonte: Elvira Bello | Facebook
Fonte: Elvira Bello | Facebook
Fonte: Elvira Bello | Facebook
Fonte: Elvira Bello | Facebook

Come si difende la calciatrice

«(La capitana) mi ha detto che questa è una squadra dove l’aspetto politico pesa almeno per il 50%. Io intendo lo sport come un qualcosa che non c’entra con la politica, posso giocare contro una del Partito Democratico o con un’avversaria della Lega, poco cambia» ha spiegato Elvira Bello al Corriere del Veneto.

La replica della squadra

Il presidente Mattia Boscaro ha spiegato che «non è ancora stata presa una decisione definitiva in merito all’esclusione ma è in atto una discussione interna tra i membri»: «Questa persona però, dato quello che condivide sui social, è semplicemente incompatibile coi nostri valori etici e anche con quelli del Coni. Ci sono post contro i migranti, a favore dell’uso delle armi o riproduzioni di Mussolini. Lo sport è anche rispetto della Costituzione».

Foto in copertina: Quadrato Meticcio | Facebook

Leggi anche: