Tennis, Gael Monfils perde contro Sinner. Gli insulti sui social: «Ne***o, cancro di me**a»

Ad attaccarlo probabilmente gli scommettitori, che avevano puntato su di lui sicuri di vincere

È stato sufficiente perdere contro l’italiano Jannik Sinner, perché il tennista Gael Monfils venisse ricoperto di insulti razzisti. Al torneo ATP di Anversa il 33enne francese, tredicesimo al mondo, ha perso contro il diciottenne, centodiciannovesimo.

Dopo la sconfitta, Monfils è stato tempestato di insulti sui social network e ha deciso di pubblicarne alcuni sotto forma di storie su Instagram. «Ci prendi per il c**o bastardo… Giochi contro un bimbo di 14 anni e non sei capace di dargli una lezione. Vai a fare in c***o pezzo di m***a, sei veramente un fallito» gli scrive uno, a cui lui risponde laconico, «no, ne ha 18».

Gli insulti provengono probabilmente dagli scommettitori che avevano puntato su di lui, sicuri di portarsi a casa una vincita. Uno addirittura gli scrive di aver scommesso 1000 euro su di lui «e tu mi ha ca**to addosso». «Non mi sarei permesso» è la risposta del francese.

A chi gli scrive «Figlio di pu***na, n***o, cosa stai facendo st***o», Monfils risponde: «Mi sto preparando per il prossimo torneo e tu?». Non mancano certo gli insulti in italiano. Il tennista commenta il messaggio di un utente, che lo chiama «n***o» e «cancro di m***a», scrivendo, in inglese «scusi, non capisco».

Tra le schermate delle conversazioni con chi lo ha insultato, Monfils posta anche i messaggi delle persone che si sono messe dalla sua parte e contro gli hater, ringraziandoli per il loro sostegno.

Intanto, l’italiano Jannik Sinner, nato nel 2001 e cresciuto a Sesto Pusteria, in provincia di Bolzano, è sempre più vicino a entrare nella classifica dei primi cento tennisti al mondo. Dopo la vittoria contro Monfils, ha battuto Frances Tiafoe per poi perdere contro Stanislas Wawrinka.

Leggi anche: