«Sono l’unica italiana nel vagone». Lo stupore della senatrice leghista (presidente della commissione Diritti Umani) – Video

Stefania Pucciarelli ha pubblicato uno sfogo sulla sua pagina Facebook. All’origine di tutto un viaggio in treno verso Torino

«Mi sono ritrovata ad essere l’unica italiana nel vagone». È successo già diverse volte che la pagina Facebook di Stefania Pucciarelli si prestasse per diventare fonte di notizie per i giornali. Post controversi, immagini dal dubbio gusto e like messi a commenti che rievocavano forni nazisti. Commenti per lo meno inusuali per la presidente della commissione Promozione e Tutela dei Diritti Umani, eletta tra le fila della Lega.

Questa volta a destare interesse è un video in cui Pucciarelli si sfoga guardando la telecamera frontale del telefono. Il video è stato pubblicato nella mattinata del 21 ottobre, anticipato da una didascalia: «Unica Italiana in un vagone di stranieri privi di biglietto. Grazie Pd! Grazie Renzi! E ora grazie anche a Giuseppi e ai Cinque Stelle! Urge #VotoSubito!».

Il contenuto del video può essere diviso in due parti. Inizia con il racconto del suo viaggio in treno in cui, alla stazione di Novi Ligure si è ritrovata appunto ad essere in un vagone di stranieri senza biglietto, qui riporta anche lo sfogo di un controllore. La clip si conclude con un’arringa elettorale a favore della difesa dei confini.

«Oggi con il governo dell’inciucio, con le due sinistre al governo siamo nuovamente punto e a capo. Abbiamo abolito nuovamente i confini. Urge tornare al voto per dare dignità agli italiani onesti, alle persone oneste che vogliono rispettare le leggi. Ah, per inciso, uno di loro era salito anche con la bicicletta. Buona giornata!».

Quel like al commento che evocava i forni crematori

Uno degli episodi più noti del curriculum sociale della senatrice leghista risale al giungo 2017, quando aveva messo un like a un commento in cui venivano evocati i forni crematori per gli stranieri che pur chiedendo una casa popolare avevano, secondo l’autore del commento, un certo «tenore di vita».

La notizia si diffuse così tanto che Pucciarelli arrivò fino al tribunale di La Spezia, dopo la denuncia di Aleksandra Matikj, presidente del Comitato per gli Immigrati della Liguria, regione di cui è originaria la senatrice. Il caso venne archiviato nell’ottobre del 2018.

Video da Facebook: Stefania Pucciarelli

Leggi anche: