Cori contro Balotelli, Fico risponde agli ultrà del Verona: «Vi spiego io chi non è del tutto italiano»

«Non sarà mai del tutto italiano chi è razzista, perché non rispetta i principi base del nostro vivere insieme come comunità»

«È italiano ogni cittadino italiano che condivide i valori della nostra Costituzione, che onora il nostro Paese con i comportamenti di ogni giorno, che rispetta le leggi». Il presidente della Camera Roberto Fico è intervenuto nel dibattito sul razzismo apertosi nelle ultime ore dopo gli insulti degli ultras del Verona a Mario Balotelli.

Senza troppi giri di parole, Fico prende posizione in un post su Facebook contro ogni manifestazione di intolleranza e discriminazione. In mattinata, il capo ultras e esponente di Forza Nuova Luca Castellini aveva detto tra le altre cose: «Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano»

Di tutta risposta, Fico ha scritto che «non sarà mai del tutto italiano chi è razzista, perché non rispetta i principi base del nostro vivere insieme come comunità».

Il presidente della Camera aveva già condannato i comportamenti irrispettosi sugli spalti. Quando a gennaio di quest’anno erano comparsi a Roma dei volantini antisemiti con su scritto «Lazio, Napoli, Israele. Stessi colori. Stesse bandiere. Mer*e», il grillino aveva detto: «Quando il tifo diventa violenza, razzismo e antisemitismo è una sconfitta per tutti. Sia quando succede negli stadi sia quando accade fuori. Gli episodi di queste ore che riguardano una parte del tifo organizzato sono davvero preoccupanti e impongono a tutti noi una riflessione».

Leggi anche: