Verona, bomba carta sotto l’auto di Cibo, lo street artist che copre le svastiche con murales colorati

Una nuova ritorsione contro il writer scaligero che contrasta l’odio e la discriminazione sui muri di Verona, cancellando svastiche e croci celtiche

Non è la prima volta che Cibo, alias Pier Paolo Spinazzè, 37 anni,  finisce nel mirino degli estremisti della destra veronese. Ma questa volta le intimidazioni nei confronti del writer sono andate oltre.

Cibo è uno street artist che da anni tenta di contrastare l’odio a Verona e nella provincia veneta, cancellando croci celtiche, svastiche e scritte razziste e discriminatorie con i suoi murales raffiguranti salsicce, dolci, frutta, verdura.

Ma nella notte del 2 novembre le intimidazioni contro Pier Paolo Spinazzè son andate ben oltre l’uso della bomboletta spray per rovinare i suoi lavori. Sotto l’auto di Cibo è stata fatta scoppiare una bomba carta. 

«I miei murales vengono sempre rovinati, i miei genitori han subito delle ritorsioni, mi son ritrovato una svastica sulla porta di casa e tutta una serie di cose che messe insieme denotano un clima d’odio preoccupante», ha spiegato Cibo al TgR Veneto

Cibo: «Le istituzioni hanno perso il valore della parola»

Cibo ha sporto denuncia e le autorità stanno indagando sul caso. Lo street artist dice di essere «ottimista», anche se «purtroppo Verona è ostaggio di queste persone, ma la cosa grave è questo odio trova copertura nella politica locale», come si legge sulla sua pagina di Facebook.

«Per noi scaligeri è folklore che un consigliere faccia il braccio teso in consiglio comunale, oppure che altro consigliere cancelli il murales sul femminicidio o sindaci che sminuiscono atteggiamenti razzisti di una minoranza minorata. Le istituzioni hanno perso il valore della parola, la memoria, il rispetto, l’empatia», si legge ancora. 

«Come dicevo prima – si legge infine nel messaggio – siamo ostaggio, noi veronesi di cuore e di cultura siamo assediati dall’odio, ma non per questo deve passarci l’appetito, anzi! Per quel che mi riguarda ho MOLTA FAME! Siate la persona che volete incontrare, siate buoni! Verona, ama!».

Leggi anche: