Nell’inchiesta Parnasi spunta un finanziamento alla Lega anche prima delle elezioni 2018. E il tesoriere parla di fondi all’estero

Alla cena di Natale a casa del costruttore anche Giorgetti e un responsabile della campagna elettorale

Sono tutte in una informativa di settantotto pagine pagine, le intercettazioni che rischiano di mettere in imbarazzo Matteo Salvini a proposito dell’inchiesta sui finanziamenti dati da Luca Parnasi alla associazione leghista “Più voci”, quando il costruttore rampante cercava di tessere relazioni coi principali partiti politici.

Era un fatto noto che, come si legge nel capo di imputazione che rischia di mandare a giudizio il tesoriere e deputato della Lega, Giulio Centemero, l’associazione Più voci, collegata alla Lega e a Radio Padania avesse ricevuto due finanziamenti “in chiaro” uno nel 2015 e uno nel 2016, ciascuno dal 125mila euro.

Il finanziamento 2018

Nell’informativa conclusiva dell’inchiesta, però, spuntano diversi elementi finora inediti. A partire dal fatto che Giulio Centemero, il tesoriere, mostra grande confidenza con lo stesso Parnasi. E spunta un possibile nuovo finanziamento giusto a ridosso delle elezioni 2018

Gli incontri tra Salvini e Parnasi, mediati da Centemero, sarebbero stati almeno due (oltre all’incontro allo stadio che lo stesso Salvini ha ammesso).

Nel 2016, Centemero invita Parnasi ad una cena di finanziamento per la Lega che non è solo un gala, dice lui stesso: «Se vuoi fare un attimo il punto delle persone da vedere a Milano con Matteo vediamoci se no no problem non ti disturbo», gli scrive a marzo.

E a ridosso delle elezioni capitoline: «Per il 19 aprile a Roma ho parlato con Matteo forse la candidata a sindaco fa un salto ma non è detto». Quindi arriva l’appuntamento ufficiale: «La presente ufficialmente come una cena di fundraising, anche se effettivamente è più una cena volta a 1) networking 2) mettere Matteo in contatto con la società civile e parlare dei temi reali e non solo di quelli da tv; 3) mostrare il volto vero di Matteo ai presenti. Nessuna domanda sarà illecita una regola e farla in pubblico per condividere io lo chiamo Fight Club».

La cena di Natale

Fin qui saremmo ancora ai rapporti in qualche modo formali con un imprenditore importante se non fosse che invece, nel 2017, a Natale e quindi a ridosso delle elezioni, arriva l’ulteriore invito. Stavolta a casa di Parnasi e con la presenza di Giancarlo Giorgetti:

«Confermato cena il 19 da me», scrive Parnasi.

«Viene anche Giancarlo ok? Per Iban e Similia facciamo de visu o vuoi tutto in anticipo?». E, ancora: «Ciao Luca se non è un problema domani oltre a Giancarlo Matteo e me ci sarebbe anche il ragazzo (Andrea) che segue Matteo nella campagna elettorale».

La cena è certamente avvenuta perché poi Centemero ringrazia: «Grazie, hai messo a tavola delle persone di valore e sono contento che Matteo ci si sia confrontato».

Dunque, a quel che si comprende, si sarebbe perlomeno parlato di un ulteriore finanziamento e  – stavolta – a ridosso delle elezioni 2018.

A darne conferma è il fatto che anche l’altro responsabile della raccolta fondi, Andrea Manzoni (forse proprio l’Andrea di cui si parla) a sua volta indagato in questo procedimento per aver ricevuto un finanziamento illecito alla Lega, «incontra – appuntano i Carabinieri – Parnasi nel febbraio 2018».

I fondi stranieri

Infine, l’ultima tutta da analizzare in un rapporto tra Centemero e Parnasi che si rivela particolarmente stretto è che il tesoriere della Lega confida di avere rapporti buoni con banche straniere, negli emirati e forse non solo. Rapporti e fondi da gestire all’estero, non è chiaro a che titolo, se per il partito o a titolo privato.  

Dopo la cena di Natale, Centemero dice  a Parnasi: «Ieri ho carpito il fatto che Banca Igea sta costituendo un fondo immobiliare per i tuoi progetti. Se ti può interessare posso sondare un paio di famiglie emiratine con cui lavoro per investire. Pensaci e in caso mi muovo volentieri».  

E in un’altra occasione: «Giovedì nel pomeriggio sono in via del Babuino a incontrare alcuni Fondi esteri dalle 15 alle 16». Per chi cercava questi fondi esteri Centemero?

Foto copertina: fonte Facebook

Leggi anche: