Gabigol come Solskjaer: doppietta nel recupero e il Flamengo vince la Libertadores. Festeggia anche l’Inter

Il brasiliano ribalta il River Plate a Lima con due gol nel recupero. Marotta ora chiede per lui 40 milioni di euro

Una roba del genere era accaduta in un celebre Bayern Monaco – Manchester United 1-2. Anno 99. 20 anni dopo non è Barcellona, ma Lima. Non è la Champions, ma la Libertadores. Vinta incredibilmente dai brasiliani del Flamengo sul favoritissimo River Plate grazie a una doppietta dell’interista Gabigol ai minuti 89 e 92. Sì, come Sheringham e Solskjaer quella folle notte in Spagna.

Alla festa partecipa Marotta

Il Flamengo è ebbro di gioia. Il River, che cercava la quinta Libertadores della sua storia, la seconda di fila, si ferma all’illusorio gol al 14′ di Rafael Borre. Niente, però. Festeggiano i brasiliani e pure l’Inter. Gabigol, definito un ‘bidone’ in Italia (e lui ha fatto pochissimo per invertire i commenti), ora è un tesoretto: l’Inter punta ad incassare 40 milioni di euro dalla sua cessione.

Marotta si sfrega le mani. La vittoria di Torino ha restituito due certezze: l’Inter è l’anti Juve e la coppia Lautaro-Lukaku è il futuro. Poi, nella notte, se ne è aggiunta una terza. Inaspettata. Gabigol ha fatto parlare il Mondo, nel bene. E la valutazione s’impenna.

Foto di copertina Ansa