Insulti razzisti al portiere, la squadra lascia il campo con lui

La gara risulta dunque sospesa e rinviata. Al Giudice Sportivo toccherà la decisione su come agire

Partita sospesa per un episodio a sfondo razzista a Bagnolo in Piano (Reggio Emilia) per il campionato di Eccellenza, dove si affrontavano la locale formazione della Bagnolese e l’Agazzanese (squadra della provincia di Piacenza).


Poco dopo la mezz’ora del primo tempo, scrive l’Ansa, a seguito di uno scontro di gioco, sarebbero partiti dalla tribuna insulti di carattere razzista nei confronti del portiere ospite Omar Daffe, senegalese.

Riceviamo e pubblichiamo

Gepostet von Segnaliamo il Razzismo am Sonntag, 24. November 2019

Il giocatore ha quindi deciso di abbandonare il campo, scrive ancora l’Ansa, gettando a terra i guantoni e l’arbitro – probabilmente non avendo udito gli insulti – lo ha espulso secondo regolamento per abbandono del terreno di gioco.

La partita poi non è ripresa perché tutta la squadra dell’Agazzanese si è schierata a favore del giocatore ed è uscita dal campo assieme al compagno. Gara che risulta dunque sospesa e rinviata e al Giudice Sportivo toccherà la decisione su come agire.

Daffe, mesi fa, nello scorso campionato, era stato vittima di un episodio analogo durante il match tra Agazzanese e Piccardo Traversetolo (nel gennaio scorso). Il portiere aveva sentito ululati al suo indirizzo e denunciato l’accaduto pubblicamente. Il giocatore è da anni presidente di una associazione di volontariato che ogni anno porta in Senegal beni di prima necessità e materiale sportivo per i bambini del luogo.

In copertina t-shirt contro il razzismo prima del match di English premier league tra Manchester City e Cardiff City all’Etihad Stadium di Manchester, 3 aprile 2019. EPA/Nigel Roddis

Leggi anche: