Torino, il medico Viale pronto ad aiutare chi sceglie il suicidio assistito: «Vi accompagno io». E scoppia la polemica

Maurizio Marrone, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, ha scritto un post su Facebook contro il medico

Silvio Viale, ginecologo dell’ospedale Sant’Anna di Torino ed esponente dei Radicali, torna a far parlare di sé. Il medico ha inviato una lettera al direttore della Città della Salute, Silvio Falco, e al direttore sanitario, Giovanni La Valle, per dare la disponibilità ad accompagnare i pazienti verso il suicidio assistito.

«Esiste una sentenza – quella sul caso di Dj Fabo – che definisce i limiti entro cui l’aiuto al suicidio non è perseguibile dalla legge, superando quindi l’articolo 580 del codice penale ma anche il codice di deontologia medica», ha raccontato Viale che si è poi detto soddisfatto circa la decisione della Città della Salute di prendere in considerazione la sua “candidatura”, nonostante il tema scivoloso. «In quanto medico non potevo sottrarmi alla possibilità di poter dare il mio sostegno».

Non sono mancate le polemiche. Maurizio Marrone, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, ha scritto un post su Facebook contro il medico: «Formalizzerò la richiesta di cacciata del dottor Viale dall’Azienda ospedaliera, convinto che questa ennesima disgustosa provocazione integri appieno giusta causa di licenziamento», si legge.

Un messaggio che lo stesso Viale definisce «ridicolo, fuori da ogni logica. E mi aspetto una posizione netta, chiara e democratica da parte del presidente della Giunta Regionale e una iniziativa istituzionale da parte del presidente del Consiglio Regionale», ha detto. 

Leggi anche: