Arsenal, esonerato Emery: contattato Allegri, per ora in panchina va Ljungberg

Il k.o. in Europa contro l’Eintracht è stato l’ultima goccia. L’ex Juve non è convinto: la situazione

L’eredità era pesantissima. I 22 anni di Wenger all’Arsenal (gli ultimi, ad onor del vero, criticati), sono piombati come una scure su Unai Emery. Esonerato dall’Arsenal, anche se lui ci ha messo del suo. O, se vogliamo, non ce lo ha messo visto che in un anno e mezzo di panchina Gunners non è andato oltre un quinto posto in classifica alla prima stagione e una finale di Europa League persa contro il Chelsea di Sarri.

Quest’anno? Peggio. L’Arsenal è ottavo, addirittura già a -19 dal Liverpool capolista, nonostante un mercato comunque all’altezza con gli acquisti, tra gli altri, di Pepé (80 milioni di euro, soffiato al Napoli), David Luiz e Ceballos, la stellina del Madrid in prestito ai Gunners.

Ad interim siederà in panchina Fredrik Ljungberg, allenatore dell’under 23, ma soprattutto storico calciatore del club del North London. L’Arsenal ha fatto sapere che è in corso la scelta del nuovo allenatore: il sogno sarebbe Carlo Ancelotti, che però ha già comunicato la sua permanenza a Napoli. L’altro grande obiettivo è Massimiliano Allegri, ma l’ex allenatore della Juve, che ha già detto no la scorsa settimana al Tottenham (dove ora c’è Mourinho), non gradisce prendere squadre in corsa. Occhio, allora, a Eddie Howe. allenatore del Bournemouth.

Foto di copertina Ansa

Leggi anche: