“Meno baccalà più sardine”. I manifesti attaccati nella notte dal Banksy di Torino

Il movimento fondato da Mattia Santori scenderà in piazza il 10 dicembre nel capoluogo piemontese

Andrea Villa, conosciuto come il Banksy torinese – benché non ami questo soprannome – è tornato alla ribalta. Si intitola “Meno baccalà, più sardine” il nuovo attacco che ha messo in atto stanotte, a Torino.


L’opera rappresenta il volto di Matteo Salvini sul corpo di un pesce. A corredo, compare l’hashtag #salvinibaccalà. Il progetto strizza l’occhio alla polemica tra l’ex ministro dell’Interno e il neo movimento delle Sardine che impazza per l’Italia intera.

I cartelli sono apparsi questa mattina in corso San Maurizio, vicino all’istituto tecnico Avogadro e in via Madama Cristina, davanti alla scuola Silvio Pellico.

L’iniziativa di Villa prende forma a pochi giorni dalla manifestazione indetta dal movimento apartitico che si terrà in piazza Castello, a Torino. La data – martedì 10 dicembre – sembra non essere casuale. Nello stesso giorno, infatti, Matteo Salvini sarà in città per il processo che lo vede accusato di vilipendio alla magistratura.

Leggi anche: