Gentiloni, spallata a un pilastro delle regole Ue: «Patto di stabilità va rivisto: la sfida oggi è il clima»

La regola del patto di stabilità era stata introdotta quando l’Europa attraversava una profonda crisi economica. Secondo l’ex premier italiano, oggi le sfide sono cambiate

Dal commissario europeo Paolo Gentiloni arriva una spallata a uno dei pilastri delle regole europee su bilanci e vincoli di spesa per gli Stati membri. Il patto di stabilità, che impone ai bilanci pubblici di impostare gli investimenti in base alle entrate, secondo l’ex premier è stato pensato in un momento di crisi, e ora va rivisto.

Intervistato dal quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, Gentiloni ha chiarito: «Dobbiamo mettere in chiaro che queste regole sono nate in un momento particolare, nel contesto di una crisi. Ora però da questa crisi siamo fuori».

Gli obiettivi sui quali dovrebbe puntare l’Europa, dice Gentiloni, oggi sono cambiati: «La lotta al cambiamento climatico e il pericolo di avere, per un lungo periodo, una crescita bassa e una bassa inflazione. In questo contesto le regole europee devono essere gradualmente adeguate».

Leggi anche: