Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La bufala di Matteo Salvini contro i celiaci che circola dal 2016: ci cascano nel 2019

Salvini viene insultato per una bufala che circola dal 2016 da un sito “satirico” tornata a circolare nel 2019

Sono passati circa tre anni, ma una vecchia bufala continua a farsi sentire. Un articolo del sito «Il QuotiDAINO» dal titolo «Ultim’ora, Salvini: «I celiaci ci costano troppo. Che si integrino e mangino come tutti gli altri»» del 23 marzo 2016 torna ogni tanto a circolare e mietere vittime, indignate come non mai contro Matteo Salvini. Ecco la condivisione di Rosario del 13 dicembre 2019:

Non sono mancate le reazioni da parte degli utenti, tra commenti e condivisioni, attaccando Matteo Salvini descrivendolo in ogni modo e ricoprendolo di insulti. Lo stesso Rosario lo definisce «mascalzone e farabutto» oltre che «filetto del fango».

Parole mai dette da Matteo Salvini. Ecco il testo dell’articolo pubblicato sul sito “satirico”, già sbufalato da Bufale e dintorni nel 2016, dove i celiaci vengono “paragonati” ai richiedenti asilo:

Boom di polemiche dopo le affermazioni del segretario della Lega Nord Matteo Salvini, che ha puntato il dito contro i celiaci: «per quanto tempo dovremo continuare a pagare perché mangino cibi senza glutine? i disoccupati e i pensionati italiani hanno la priorità».

E il dibattito si è infuocato ancora di più quando Salvini ha affermato che la celiachia non è una malattia, ma un disagio psicologico: «la celiachia non esiste. È soltanto un rifiuto delle persone di integrarsi e di mangiare come tutti gli altri. E non escluderei che ci fosse qualcuno che lo fa soltanto per ricevere i 10 Euro al giorno che gli versa lo stato».

Non è mancato il commento di Putin sulla vicenda: «finalmente gli italiani si stanno svegliando. In Russia se sei celiaco o ti adatti ai nostri costumi o vai fuori dai coglioni. Sono contento che Salvini sia della mia stessa opinione».

Nonostante sia tutto quanto esagerato, con tanto di false dichiarazioni del leader russo Putin, qualcuno ci casca ulteriormente. Ecco alcuni commenti dal post di Rosario dove c’è chi si è reso conto della bufala, ma altri no e commentano indignati:

Sergio: «PER CAPIRE DEVI PROVARE—-GRANDISSIMO IGNORANTE !!»

Tina: «Sto.stronzo.se.ne.inventa una al giorno ma non cia un caxxo da.fare questo imbecille idiota»

Sandra: «Cretinate di mente cretina»

Bruna: «Chiedigli di quanto ci hanno ridotto il buono e quanto può servire per comprare prodotti che costano un occhio della testa!ai bambini poi…spettano solo 50 euro! Se solo abbassassero i prezzi folli dei prodotti gluten free non avremmo nemmeno bisogno dei ridicoli sussidi che ci passa lo stato…»

Ecco alcune condivisioni successive a quella di Rosario:

Maria: «UNO PIÙ MATTO DI LUI NON L’HO MAI CONOSCIUTO!»

Russo: «Guardate chi e Ciliegi cosa ha detto questa latrina di Salvini»

Gaetano: «Tso»

Diffusa erroneamente nel dicembre 2019

Di recente, come riporta Google, anche il sito PrimaStampa.eu aveva pubblicato un articolo dal titolo «Matteo Salvini, “I celiaci ci costano troppo, che si integrino come gli altri”» il 14 dicembre 2019, ma è stato cancellato:

Il sito “satirico”

Il sito in questione si fa chiamare appositamente QuotiDAINO, una storpiatura di Quotidiano che era già stata fatta anche da altri siti di bufale che si definiscono satirici. Rispetto ad altri la definizione è presente già nell’header e non nascosto in fondo alle pagine:

Nella testata del sito si legge «L’unico vero quotidaino satirico indipendente».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: