Barcellona-Real, Vidal parte dalla panchina: glielo comunicano e abbandona il campo. Inter vigile

Il cileno è stizzito. Rapporto logoro con Valverde, Marotta in agguato

La previa del Clasico è nel pieno, stasera c’è Barcellona-Real Madrid. L’ambiente è caldo all’Hotel Sofia, dove alloggiano entrambe le squadre. Motivi di classifica (squadre appaiata al primo posto), di storia, di politica. Ma anche di mercato perché nel sontuoso albergo barcelonista c’è uno scontento di lusso: Arturo Vidal. Il cileno, secondo quanto riportato da ESPN, avrebbe lasciato il campo di allenamento durante la rifinitura dopo aver saputo che non sarebbe partito titolare contro i Merengues. Giocheranno De Jong, Busquets e Rakitic. E quando il sudamericano l’ha saputo è diventato una furia: nessuno è riuscito a placarne l’animo bollente e a farlo restare in campo.

Uno smacco per Vidal, degradato a seconda scelta nel centrocampo blaugrana. L’Inter osserva. Conte, che ha lanciato King Arturo alla Juve, spinge per avere il cileno che adesso, a sua volta, potrebbe sollecitare una sua partenza a condizioni meno proibitive per i nerazzurri.

Marotta vorrebbe una soluzione modello Rafinha. Un prestito secco o con semplice diritto di riscatto mentre il Barcellona, che secondo i media spagnoli dovrebbe rientrare di circa 125 milioni di euro entro giugno 2020, punta alla cessione a titolo definitivo. Parti ancora lontane, ma Valverde e le sue scelte potrebbero dare una grossa mano.

Foto di copertina Ansa