Il tweet su Hitler? Il prof di Siena torna col delirio: «Ho teatralizzato un dato di fatto. Contro di me vergognosa campagna diffamatoria»

«Ho avviato da tempo azione legale per diffamazione, essendo chiaro l’intento di screditare la mia persona e la mia attività di studioso», dice l’ex professore di Filosofia del Diritto dell’Università di Siena

Emanuele Castrucci, il professore di filosofia del diritto dell’Università di Siena finito nella bufera per i suoi tweet inneggianti a Hitler e negazionisti, dopo aver optato per il pensionamento anticipato, torna all’attacco e annuncia di aver avviato azione legale per diffamazione contro chi – a suo dire – ha tentato di «screditare la sua persona e la sua attività di studioso».


«Nel mio ormai celebre tweet («Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo», ndr) non ho fatto altro che “teatralizzare” un dato di fatto storicamente inconfutabile il fatto che Hitler abbia combattuto militarmente contro le potenze legate alla grande speculazione della finanza internazionale dell’epoca», si legge nei tweet di Castrucci.

L’ormai ex professore dell’Università di Siena poi aggiunge: «Si tratta di un giudizio storiografico espresso in chiave apertamente provocatoria e paradossale, che non è lesivo della dignità di nessuno e che può come tale essere non condiviso e liberamente controbattuto, essendo fondato sulla libertà critica costituzionalmente tutelata».

E infine Castrucci annuncia battaglia legale: «Nei confronti di chi, orchestrando una vergognosa campagna mediatica, ha voluto vedervi espressione di odio razziale o addirittura di negazionismo ho avviato da tempo azione legale per diffamazione, essendo chiaro l’intento di screditare la mia persona e la mia attività di studioso».

Leggi anche: