Sul blocco della prescrizione, la maggioranza si spacca: i renziani votano contro il governo

Lo scontro tra Italia viva e il resto della maggioranza in tema di Giustizia si palesa con il voto dei renziani assieme alle opposizioni

Nel pieno della maratona notturna per l’approvazione della Legge di Bilancio, la maggioranza si è spaccata sulla prescrizione. L’incidente è partito con l’annuncio di Lucia Annibali di Italia viva per il voto favorevole su una mozione di Forza Italia che proponeva un ordine del giorno sul blocco della prescrizione. Una posizione in netto contrasto con quella del maggioranza e del governo, bocciata da 289 contrari contro 204 favorevoli. Tra i voti contrari anche nove ministri e 11 sottosegretari.


Lunghissima la discussione prima del voto, con Franco Vazio del Pd che ha definito il testo proposto da Forza Italia e sostenuto dai renziano come «una strumentale provocazione premeditata che mira a dividere la maggioranza». Obiettivo evidentemente raggiunto in questa singola occasione. Duro anche l’ex ministro Andrea Orlando: «Un tentativo propagandistico che respingiamo». Lo scontro all’interno della maggioranza è palese e stando alle parole di Gennaro Migliore di Italia viva è tutt’altro che chiuso: «Abbiamo avuto pazienza fino al 24 dicembre». La partita, per niente amichevole, è rinviata al nuovo anno.

Leggi anche: