Padova, morto il bambino di 5 mesi scosso dalla madre in modo violento

L’espianto degli organi è stato autorizzato dalla Procura

Dopo l’annuncio di arresto dell’attività cerebrale, è stata formalizzata in mattinata la morte del bambino di 5 mesi che una settimana fa era giunto in coma nel pronto soccorso dell’ospedale di Padova, dopo che la madre lo aveva violentemente scosso.

Dopo la dichiarazione di morte cerebrale avvenuta a seguito dell’angiotac effettuata sul piccolo sono state staccate le macchine che lo tenevano in vita. La Procura ha autorizzato all’espianto degli organi. 

L’accusa contro la madre 29enne del piccolo, inizialmente indagata per lesioni gravissime, dovrebbe ora essere formalizzata in accusa di omicidio colposo. La donna aveva ammesso di esser stata lei a scuotere violentemente il bambino che non riusciva ad addormentarsi.

Intanto, l’altra figlia della coppia, una bimba di un anno e mezzo, è stata affidata ai nonni. Il Tribunale del minori, pur non ritenendo la mamma pericolosa per la primogenita, ha deciso di tutelarla vista l’instabile situazione familiare. 

Leggi anche: