Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il video dell’uomo che colpisce un ragazzo di colore con un tamburo in testa

Un video diventato virale nel 2017 torna a circolare nel 2019. Ecco la storia raccontata da uno dei protagonisti

Circola un video, pubblicato dall’account Twitter @deeg25 il 18 ottobre 2019, dove un uomo di colore rompe il lunotto di un auto per poi venire aggredito, mentre si allontanava con la sua bicicletta, dal proprietario del veicolo con un colpo in testa:

Qualcuno si è reso conto che l’uomo era stato colpito alla testa da un bongo tanto da sentirne il suono, da qui la nascita del piccolo fenomeno intitolato «Bonk» o «The Bongo Song» dove la scena è montata in forma “comica” con una canzone di sottofondo.

L’utente @fabrizio_sn pubblica un tweet dove condivide il video e scrive «Vedo che da quando abbiamo “importato il terzo mondo” la legge del taglione sta tornando in auge…».

La storia del video raccontata dal ciclista

Il fatto è avvenuto due anni fa a Chicago, negli Stati Uniti. Secondo quanto riportato in un articolo del 9 ottobre 2017 del sito Dnainfo.com il ciclista, l’allora 23enne Trajan Vivens, e l’autista del mezzo stavano litigando a causa di una manovra che aveva rischiato di investire il primo:

“He clipped me as I was coming out of the hospital. I went up to him and told him that he clipped me,” Vivens told DNAinfo Chicago. The driver then swore at him and used the n-word, he said.

“That term has a lot behind it. It was straight anger. That was what I was feeling,” said Vivens.

Secondo il racconto di Vivens, dopo un’accesa discussione ci sarebbe stato un insulto razzista contro di lui, tale da scatenare la sua ira rompendo il lunotto dell’auto. Da qui il resto la porzione del video – qui più completo – che circola online con il colpo in testa e la rovinosa caduta dalla bicicletta.

Il video venne registrato da un anonimo e pubblicato su Facebook – oggi risulta rimosso – ottenendo oltre 4 milioni di visualizzazioni. Per Vivens, a seguito dei fatti, venne avviata una raccolta fondi su GoFundMe per coprire le spese mediche per curare i danni subiti: mascella rotta, labbro rotto e alcuni denti rotti.